Skip to main content

Granchi blu: sono troppi e non hanno cibo. Diventano “cannibali”

ROMA – E’ guerra tra granchi blu: ce ne sono talmente tanti che non riescono più a nutrirsi adeguatamente. “Stiamo assistendo a fenomeni di cannibalismo con gli esemplari più grandi che attaccano quelli più piccoli per accaparrarsi spazio e cibo”.

Lo ha detto Mattia Lanzoni, ricercatore in ecologia dell’Università di Ferrara, precisando che il granchio blu è presente in Italia già da 30 anni, ma era difficile prevedere quello che si sta vivendo. “I cambiamenti climatici rendono complicato fare ipotesi sui loro spostamenti e comportamenti – precisa il ricercatore – certo con l’inverno dovrebbero diminuire ma se avremo temperature sopra la media come quelle dello scorso anno non sortiremo gli effetti sperati”.

Un’emergenza che si tenta di risolvere anche a tavola, con 8 italiani su 10 pronti ad assaggiarlo per curiosità e per moda anche se nessuno è disposto a rinunciare a sautè di cozze e spaghetti con le vongole, come emerge da un sondaggio online di Fedagripesca-Confcooperative.

Intanto continuano ad aumentare offerta e domanda, con quotazioni stabili di settimana in settimana, come fa sapere la Borsa merci telematica italiana (Bmti). Se nel mercato all’ingrosso di Roma il granchio blu è venduto a 4,50 euro/Kg, a Chioggia è a 4,28 euro/Kg, mentre a Milano è di 5,50 euro/Kg e un aumento del 75% delle commercializzazioni rispetto allo scorso anno.
   

granchi blu, mattia lanzoni ricercatore


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741