Skip to main content

Ucciso a Firenze: è stato strangolato il 72enne iraniano. Persona conosciuta: aveva un banco al mercato del Porcellino

Il Porcellino, sotto le logge del Mercato Nuovo: dove aveva un banco il commerciante iraniano ucciso

FIRENZE – E’ morto per strangolamento (o soffocamento) Safaei Chakar Kiomars, il 72enne commerciante iraniano (che aveva un banco da ambulante nel mercato del Porcellino) trovato privo di vita nel suo appartamento in via de Pinedo, nel quartiere di Novoli.

Ieri pomeriggio, giovedì 30 novembre 2023, a scoprire il corpo, riverso per terra con le mani legate e in testa un sacchetto di tela, era stato il fratello che non aveva più sue notizie da ore. Il parente ha dato l’allarme e sul posto è arrivata la polizia.

Il pm Sandro Cutrignelli ha aperto un fascicolo per omicidio volontario e ha disposto l’autopsia – la cui data non sarebbe stata ancora fissata – per accertare le cause della morte: se legata a soffocamento o strangolamento o ad altra causa.

Nel frattempo gli investigatori della squadra mobile di Firenze sono tornati nella casa di via de Pinedo, alla ricerca di elementi per le indagini. Il 72enne, come detto, aveva un banco al mercato ambulante del Porcellino, a due passi da piazza della Signoria.

Oggi, in suo ricordo, alcuni ambulanti non hanno aperto, esponendo sul banco coperto un foglio con scritto ‘Il tempo lenirà il dolore ma il suo vivo ricordo ci accompagnerà per sempre. Buon viaggio caro amico’. Sul marciapiede lasciati invece dei fiori.

banco al Porcellino, commerciante iraniano, Safaei Chakar Kiomars


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741