Skip to main content

Fiorentina: battere il Verona (domenica ore 15) anche senza Gonzalez. Formazioni

Maria Sole Ferrieri Caputi: torna al Franchi per dirigere Fiorentina-Verona

FIRENZE – Senza calcoli, ma con molta determinazione, la Fiorentina cercherà tre punti contro il Verona (domenica, ore 15, diretta su Dazn) per correre verso un sogno: la qualificazione in Champions. Che potrebbe arrivare anche con il quinto posto (il ranking dell’Italia per club potrebbe permetterlo). E allora avanti contro una formazione che farà di tutto per non perdere. L’arbitro? Tornerà al Franchi la livornese Maria Sole Ferrieri Caputi.

NICO – Ci sarà Milenkovic, che non era stato espulso domenica all’Olimpico: un abbaglio per quasi tutti i cronisti, che arbitro e collaboratori non hanno dissipato. Meglio così. Mancherà invece Nico Gonzalez: gli esami effettuati in seguito all’infortunio durante la gara con il Ferencvaros hanno evidenziato una lesione di secondo grado dei muscoli flessori della coscia destra. L’attaccante argentino, ha fatto sapere la società attraverso una nota, ha già cominciato il percorso riabilitativo in attesa di essere rivalutato nelle prossime settimane. Rientrerà, forse, a fine gennaio.

La speranza nel clan viola è di riaverlo a disposizione, appunto, per la Supercoppa di Lega in programma a fine gennaio (le date non sono ancora state ufficializzate) ma al momento è difficile fare qualsiasi previsione. L’unica certezza è che Italiano deve rinunciare per un bel po’ al suo fuoriclasse e dovrà fare in modo che la propria squadra, in attesa che la dirigenza intervenga sul mercato, non ne risenta troppo.

FORMAZIONE – Gli ottavi di Conference League conquistati giovedì scorso pareggiando a Budapest con il Ferencvaros sono già stati archiviati. La Fiorentina arriva alla partita dopo l’ennesimo impegno infrasettimanale seppur recuperando, tranne Duncan ancora out per la febbre, quei giocatori che hanno saltato la trasferta ungherese: Arthur, Bonaventura, Sottil e Biraghi. Ma Arthur, non al meglio, dovrebbe partire dalla panchina. Al suo posto Maxime Lopez.

Il posto di Gonzalez se lo contendono Ikoné e Kouamé a meno che lo stesso Sottil non venga spostato a destra, in porta tornerà Terracciano e al centro della difesa Martinez Quarta rimasto in panchina giovedì.  Nzola è favorito su Beltran come prima punta, e Bonaventura di nuovo trequartista. Previsti sugli spalti del Franchi 28 mila spettatori.

VERONA –  Sono 25 i giocatori convocati da Baroni al termine della rifinitura mattutina al Paradiso Sporting Center. Unico a rimanere a casa per infortunio è stato Faraoni, oltre allo squalificato Duda. In extremis ci sono anche l’argentino Cruz e il polacco Dawidowicz, ma entrambi dovrebbero andare in panchina.

Baroni è alle prese con un paio di ballottaggi nel confermato 4-2-3-1 utilizzato nelle ultime giornate. In difesa accanto a Hien sono in tre a contendersi una maglia, Coppola, Magnani e Amione. Favorito il giovane argentino. In mezzo al campo Serdar oppure Hongla per sostituire Duda. Camerunense in vantaggio.

Le probabili formazioni

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Kayode, Milenkovic, Martínez Quarta, Biraghi; López, Mandragora ; Kouamè (Ikonè), Bonaventura, Sottil; Nzola. All. Italiano

HELLAS VERONA (4-3-2-1): Montipò; Tchatchoua, Hien, Amione, Terracciano; Folorunsho, Suslov, Serdar; Ngonge, Lazovic; Henry. All. Baroni

Arbitro: Ferrieri Caputi di Livorno

Arthur, Ferrieri Caputi, Fiorentina, Gonzalez, Verona


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741