Skip to main content

Empoli battuto anche a Verona: 2-1. Non basta il gol del ritrovato Zurkowski

Maleh in azione durante il match al Bentegodi di Verona (foto dalla pagina FB dell’Empoli)

VERONA – Visibilità ridotta per la fitta nebbia al Bentegodi dove il Verona si aggiudica la sfida salvezza contro l’Empoli. I veneti si impongono per 2-1 grazie alle reti di Djuric in avvio e di Ngonge nella ripresa, con Zurkowski ad accorciare poi le distanze.

I gialloblù partono subito forte e dopo nemmeno tre minuti passano in vantaggio. Duda calcia un corner dalla destra trovando Djuric, che di testa insacca firmando l’1-0 con l’aiuto della traversa. I toscani non ci stanno e pochi istanti dopo sfiorano il pareggio con Shpendi, evitato da un ottimo recupero difensivo di Magnani in scivolata che sporca in corner una conclusione a botta sicura dell’attaccante albanese.

Gli uomini di Andreazzoli vanno nuovamente vicini all’1-1 al 34′, quando Grassi calcia a lato di poco una punizione dal limite dell’area. Dopo una prima parte di gara vivace, nel finale di tempo il ritmo rallenta e le due squadre vanno al riposo sull’1-0. In avvio di ripresa la nebbia si infittisce e gli scaligeri si rendono pericolosi dopo appena quattro minuti. Serdar entra in area, vince un paio di rimpalli e va al tiro con il mancino ma Caprile salva in angolo. Il portiere empolese deve però capitolare all’11’. Ngonge parte da destra, si sposta la palla sul sinistro e calcia trovando il 2-0 sul primo palo sfruttando anche una deviazione di Luperto che inganna il suo portiere.

La partita sembra indirizzata, ma al 19′ gli ospiti accorciano le distanze. Bereszynski crossa dalla destra trovano il perfetto colpo di testa del neo entrato Zurkowski, che trafigge Montipò per il 2-1 che riapre tutto. I biancoblù si riversano in attacco e al 26′ vanno vicini al pari quando Luperto, dopo una mischia in area, conclude di un soffio a lato con il sinistro. Al 42′, Duda si prende il secondo giallo e viene espulso.

L’assalto finale della squadra di Andreazzoli non sortisce gli effetti sperati e il risultato non cambierà più. Al triplice fischio dell’arbitro può far festa il Verona, che guadagna così tre punti fondamentali in ottica salvezza grazie ai quali sale a quota 17 lasciando momentaneamente la zona retrocessione. Pesante invece il ko per l’Empoli, che rimane in penultima posizione con 13 punti all’attivo.

TABELLINO E PAGELLE

VERONA (4-2-3-1): Montipò 6.5; Tchatchoua 6.5, Coppola 6 (35’st Dawidowicz sv), Magnani 7, Doig 6.5; Folorunsho 6.5 (22’st Saponara 6), Duda 6; Ngonge 7.5 (46’st Mboula sv), Suslov 6.5 (46’st Amione sv), Serdar 7; Djuric 7.5 (35’st Henry sv). Allenatore: Baroni 7 

EMPOLI (4-3-1-2): Caprile 5.5; Bereszynski 6.5, Walukiewicz 5.5, Luperto 5.5, Cacace 5; Fazzini 6 (11’st Zurkowski 7), Grassi 5.5 (32’st Marin sv), Maleh 5.5 (41’st Sodero sv); Gyasi 5 (41’st Corona sv); Shpendi 5 (11’st Cancellieri 6), Cambiaghi 5.5 Allenatore: Andreazzoli 5.5

ARBITRO: Doveri di Roma 5.5.

MARCATORI: 3’pt Djuric, 11’st Ngonge, 19’st Zurkowski.

Espulsi: Al 42’st espulso Duda per doppia ammonizione.

Ammoniti: Zurkowski, Coppola, Cambiaghi, Tchatchoua, Cancellieri.

bentegodi, Empoli, Verona, Zurkowski


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741