Skip to main content

Fiorentina: con la Roma di De Rossi (stasera, 20,45) è scontro per l’Europa. Italiano non sbagli come De Zerbi. Formazioni

FIRENZE – Il campanello d’allarme lo ha schiacciato, giovedì sera all’Olimpico, Roberto De Zerbi: con il suo Brighton dei miracoli, ha preteso di aggredire la Roma. De Rossi lo ha sepolto sotto la valanga del 4-0. Vincenzo Italiano, con una Fiorentina messa malissimo in difesa, ha preso tre gol dai non irresistibili israeliani del Maccabi. Ecco che, se vogbliamo, i campanelli d’allarme sono addirittura due.

QUARTA – Primo: la Fiorentina eviti di andare allegramente allo sbaragliocontro una formazione micidiale in ripartenza, con Dybala e Lukaku pronti a colpire, imitati da una schiera di ragazzi assai svegli. Secondo: è vero che in difesa tornerà Quarta al posto del disastroso Ranieri di Budapest, ma è altrettanto vero che anche Milenkovic dovrà ritrovare il giusto equilibrio dopo la serataccia. Fortuna che sarà nuovamente disponibile Arthur: con lui a fare da baluardo, e da punto di riferimento, la difesa soffre meno.

ITALIANO – Non ha parlato nemmeno ai canali ufficiali, ieri 9 marzo 2024, Vincenzo Italiano. Sarebbe stato difficile, anche senza domande, presentrare Fiorentina-Roma senza fare “mea culpa” di fronte ad alcune scelte della partita di Conference. L’allenatore ha convocato 25 giocatori, fra questi Martinez Quarta e Arthur assenti nelle ultime gare. Torna anche Gaetano Castrovilli dopo uno stop di 7 mesi per l’intervento al ginocchio: un altro rientro, insieme a quello recente di Dodo, che può dare un contributo alla squadra nella fase cruciale della stagione.

BELOTTI – Rispetto alla formazione di Conference dovrebbero quindi tornare titolari Bonaventura e Belotti, grande ex della sfida visto che in giallorosso ha giocato fino a fine gennaio prima di trasferirsi in prestito a Firenze per cercare di rilanciarsi anche in ottica Nazionale: l’attaccante sarà sostenuto sulle fasce da Nico Gonzalez e uno tra Sottil e Ikoné. Considerando l’assenza di Beltran, out per squalifica (un’assenza pesante per i viola: l’argentino ha segnato finora ben nove reti fra campionato e coppe) non è escluso l’impiego sulle trequarti di Barak, autore del gol della vittoria in Conference. Sugli spalti, presumibilmente sotto l’acqua, dovrebbero esserci 30mila spettatori. L’Associazione Davide Astori ha promosso una raccolta fondi a favore della popolazione di Campi Bisenzio, colpita dall’alluvione a novembre 2023.

ROMA – Cambiano anche le abitudini, nella Roma di De Rossi. La squadra è partita per Firenze stamani, 10 marzo 2024. Niente treno alla vigilia, bensì andata e ritorno nella giornata di domenica. Proprio come fece Luis Enrique nel suo periodo a Roma. Da lì l’idea di De Rossi per una decisione apprezzata dai giocatori che, in un periodo denso di impegni, hanno potuto passare più tempo con le famiglie. Ma gli accordi a Trigoria sono chiari: avere maggior spazio, significa anche avere maggior responsabilità. Per questo De Rossi non vuole vedere presunzione nonostante la Roma, sotto la sua guida, è la terza squadra in Serie A per numero di punti conquistati (18, frutto di sei successi e una sconfitta), dietro solamente a Inter e Bologna.

CHAMPIONS – Proprio sugli emiliani è partita la rincorsa per un piazzamento in Champions, La trasferta con la Fiorentina si colloca dopo quasi due mesi di lavoro in cui l’unica sconfitta è stata quella con i nerazzurri, mentre nelle restanti nove partite ne sono state vinte otto (di cui una ai rigori) e pareggiata quella che resta (l’andata a Rotterdam). Il 4-0 di giovedì in Europa League, poi, è un buon viatico per dimenticare la stanchezza, nonostante qualche giocatore non sia proprio al meglio. E’ il caso di Paredes, uscito nella ripresa, non per infortunio ma per un sovraccarico generale alla muscolatura che non faceva stare tranquillo l’allenatore.

TRIDENTE – Per questo al suo posto è già pronto Bove, mentre in difesa Angelino scalpita per prendere il posto di Spinazzola (Smalling resterà fuori per un trauma alla caviglia sinistra). In attacco, invece, non dovrebbero esserci sorprese perché il tridente titolare, quello formato da Dybala, Lukaku ed El Shaarawy, sta bene. Ecco perchè Italiano dovrà stare molto attento ad evitare la spavalderia di De Zerbi.

Le probabili formazioni

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Kayode, Milenkovic, Quarta, Biraghi; Arthur, Duncan; Nico Gonzalez, Bonaventura, Sottil; Belotti. All. Italiano.

ROMA (4-3-3): Svilar; Karsdorp, Mancini, Ndicka, Angelino; Bove, Paredes, Pellegrini; Dybala, Lukaku, El Shaarawy. All. De Rossi.

Arbitro: Massa di Imperia

Diretta tv ore 20.45 su Dazn


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze PostScrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741