Skip to main content

Fiorentina raggiunta al 95′: finisce 2-2 con la Roma. Biraghi sbaglia il rigore che avrebbe chiuso la partita. Pagelle

Ranieri e Mandragora esultano dopo il gol dell’1 a 0 contro la Roma al Franchi (foto Acf Fiorentina)

FIRENZE – Due punti buttati. Aveva in mano la partita, la Fiorentina. E avrebbe potuto chiuderla al 35′ della ripresa, mentre stava conducendo 2-1. Fallo su Belotti in area: rigore. Batte Biraghi e Svilar para. Ecco la frittata. Quinto rigore sbagliato dalla Fiorentina. Un harahiri in perfetta regola. Perchè negli spiccioli di recupero arriva il gran gol di Llorente su un pallone perso da Ranieri. Ecco il due a due. Che non serve nè alla Roma, nè alla Fiorentina nella corsa alla Champions.

Era stato bello il primo gol di Ranieri, quello che aveva portato la Fiorentina in vantaggio: avrei voluto dargli un 6,5 o addirittura un 7, scrivendo che, grazie al gol di testa che aveva sbloccato la partita, si era riscattato dalla disastrosa prestazione di Budapest contro il Maccabi. Invece, nel finale confuso, ecco il suo pasticcio che favorisce il pari romanista. No, questa difesa non funziona. E rischia di mandare all’aria il lavoro dell’intera squadra. Che ha ben funzionato nella prima parte della gara, mettendo nettamente sotto una Roma timida e dimessa. E anche nella ripresa, dopo una sfuriata giallorossa, la Fiorentina aveva saputo imprimere la sua cifra al match. Ottimo il raddoppio di Mandragora, capace di annullare il gol di Aouar, prodezza per il momentaneo uno a uno. Anche senza Arthur, la Fiorentina ha funzionato bene nella metà campo. Bravo, come sempre Bonaventura. Là davanti molto attivo Belotti, bravo anche a procurarsi il rigore. Malamente sprecato da Biraghi. E allora? Lasciatemi dire che la Fiorentina è un’incompleta. Niente a che vedere con Beethoven. Bisognerebbe che Italiano leggesse meglio le partite e, soprattutto, riuscisse a rimettere in sesto una difesa che si fa bucare troppo facilmente.

CRONACA – Dopo i rovesci della giornata, non piove sul Franchi quando Fiorentina e Roma scendono in campo. Come sempre, Italiano smentisce le probabili formazioni: lascia in panchina Quarta e ripropone, in difesa, la coppia centrale Milenokovic-Ranieri. A metà campo non c’è Arthur. Gioca Bonaventura in mezzo a Lopez e Mandragora. Davanti fiducia di nuovo a Sottil, con Belotti e Nico. Nella Roma, Daniele De Rossi sceglie Aouar al posto di Pellegrini. E schiera il tridente Dybala-Lukaku-El Shaarawy.

TERRACCIANO – Pronti via e Roma subito in avanti. Cristante e Aouar prendonio possesso della metà campo. Al 2′ lancio di Aouar per Angelino che va via bene a destra, ma calcia fuori. Lopez e Mandragora fanno fatica. Ancora giallorossi in avanti: Lukaku (4′) entra in area da destra e impegna Terracciano in una respinta a terra. Libera, con affanno, la difesa. Ma Biraghi dov’è quando la Roma attacca dalla sua parte? Contropiede viola: Sottil falciato a sinistra, fuori area, da Mancini. Cartellino giallo.

NICO – Fiorentina vicina al gol. Sugli sviluppi della punizione, Ranieri (8′) si coordina per una rovesciata che termina di poco sul fondo, deviata. Quindi è Nico Gonzalez (9′) a cercare il taglio per Bonaventura che fallisce di un soffio e Svilar agguanta il pallone.

ASTORI – Tutto lo stadio Franchi, anche i tifosi giallorossi, celebra la scomparsa di Davide Astori, avvenuta il 4 marzo 2018. Ma è solo un momento di vera condivisione, poi ripartono i cori al veleno.

RANIERI – Al 18′ Fiorentina improvvisamente in vantaggio. Angolo di Biraghi, tocco di Gonzalez sul primo palo, mentre sul secondo arriva Ranieri che, di testa, batte Svilar. Riparte la Roma: cross di Angelinio dal vertice destro dell’area, Mandragora chiude e impedisce l’intervento di Aouar.

MANCINI – Al 22′ Fiorentina ad un passo dal raddoppio. Gonzalez apparecchia per Mandragora che calcia da fuori area: palla larga di un soffio. Quindi ci prova Belotti: Svilar para. Poi è Nico che stacca di testa: palla alta sopra la traversa. Ora è solo Fiorentina. Giallorossi spenti e anche pasticcioni. De Rossi toglie Mancini (che doveva essere espulso perchè già ammonito), sostituito con Huijsen. Fischi al difensore mentre esce dal campo.

NDICKA – Ammonito anche Paredes (37′) che si sbraccia troppo dopo un gran recupero di Kayode. Ancora e solo Fiorentina (40′): Bonaventura al tiro imbeccato da Gonzalez, deviazione di Ndicka. Sottil scatenato a sinistra, costringe Huijsen al fallo ea prendersi il giallo. Un minuto di recupero. E la Fiorentina va negli spogliatoi, per l’intervallo, meritatamente in vantaggio.

BONAVENTURA – Avvio di ripresa: Nico Gonzalez non c’è. E’ rimasto negli spogliatoi, forse per un problema. Al suo posto entra Ikonè. Ma è la Roma a prendere in mano il pallino del gioco. Terracciano deve intervenire due volte. La seconda su un tiro di Cristante. All’11’ ammonito Bonaventura. Era diffidato. Salterà la trasferta a Bergamo contro l’Atalanta.

AOUAR – Dybala cerca la giocata giusta. Non sembra in gran serata, ma è proprio dal suo piede (18′) che parte l’azione: cambio di passo straordinario, passaggio per Angelino, cross al centro, palla che s’impenna, Aouar ci arrive di testa e la infila nell’angolo alto alla destra di Terracciano.

MANDRAGORA – Salgono in cattedra Paredes e Dybala. Il centrocampo viola, brillante nel primo tempo, ora soffre. Ammonizioni a raffica: prima tocca a Milenkovic, poi a Ndicka. La Fiorentina si scuote. Riparte e al 24′ trova di nuovo, e devo dire inaspettatamente, il vantaggio. Cross di Biraghi, Belotti di testa smarca Mandragora che può stoppare addirittura di petto davanti a Svilar, poi lo batte con l’esterno. Festa sotto la Fiesole.

BIRAGHI – De Rossi corre ai ripari. Escono Dybala ed El Shaarawy per Zalewski e Baldanzi. Ma anche Italiano si attrezza: fuori Sottil per Duncan. E’ il 33′ potrebbe arrivare la svolta della partita: Paredes sbilancia Belotti in area. Massa indica il dischetto. Batte il rigore Biraghi: tiro alla destra di Svilar che intuisce e respinge. Nooooo. E’ il quinto rigore sbagliato dalla Fiorentina.

LLORENTE – Escono Paredes e Angelino. Entrano Pellegrini e Spinazzola. Ranieri si accascia per crampi. L’arbitro fa segno che ne terrà conto ai fini del recupero. Che sarà di 4 minuti. Italiano ne cambia tre. Escono Belotti, Mxime Lopez e Mandragora. Entrano Nzola, Barak e Arthur. Italiano raccoimanda di mantenere la calma e di tenere la guardia alta. La Fiorentina non ubbidisce. La Roma si riversa nella metà campo viola, Ranieri si lascia scappare Llorente che lascia partire una sventola imprendibile per Terracciano. Ma come si fa a prendere un gol negli ultimi istanti di una partita di fatto dominata? La difesa della Fiorentina non funziona. L’allenatore prenda provvedimenti perchè così la squadra rischierà anche contro il Maccabi, nel ritorno degli ottavi di Conference.

TABELLINO E PAGELLE

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano 6,5, Kayode 6, Ranieri 6, Milenkovic 5,5, Biraghi 4,5; Lopez 6 (nel st dal 45’ Arthur sv), Bonaventura 6,5, Mandragora 7 (nel st dal 46’ Barak sv); Sottil 5,5 (nel st dal 32’ Duncan sv), Belotti 6 (nel st dal 45’ Nzola sv), N. Gonzalez 5 (nel st dal 1’ Ikoné 6). All. Italiano 6

ROMA (4-3-3): Svilar 6,5; Ndicka 6, Mancini 5,5 (nel pt al 33’ Huijsen sv), Llorente 6,5, Angelino 6 (nel st dal 35’ Spinazzola sv); Cristante 5,5, Paredes 6 (nel st dal 35’ Pellegrini sv), Aouar 6,5; Dybala 5,5 (nel st dal 26’ Baldanzi sv ), Lukaku 5,5, El Shaarawy 5,5 (nel st dal 26’ Zalewski sv). All. De Rossi 6

Arbitro: Massa di Imperia 6

Ammoniti: Mancini, Paredes, Huijsen, Bonaventura, Milenkovic, Ndicka, Baldanzi

Marcatori: nel pt al 18’ Ranieri, nel st al 13’ Aouar, al 24’ Mandragora, al 50’ Llorente


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze PostScrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741