Skip to main content

Italia di Spalletti ritrova Retegui e batte il Venezuela (2-1). Svarione di Bonaventura sul gol subìto. Pagelle

Retegui autore dei due gol contro il Venezuela (Foto Fb Nazionale Italiana)

FORT LAUDERDALE (FLORIDA, USA) – Ha guardato la tribuna, dopo aver segnato entrambi i gol della vittoria azzurra, Mateo Retegui. Ha cercato la sua famiglia, arrivata dall’Argentina per sostenerlo e gioire con lui. Che sta prendendosi l’Italia, dalla quale partì il nonno, siciliano, per andare a cercare fortuna in Sud America.

SPALLETTI – Ma la fortuna, oggi, l’ha trovata Luciano Spalletti, con un centravanti cinico, essenziale, opportunista come lui. Grande protagonista, dunque Mateo Retegui, autore della doppietta che vale il successo e vanifica la rete di Machis, su regalo di Bonaventura, ma che vale soprattutto, per l’attaccante, più di una semplice candidatura per l’Europeo in Germania in un match in cui Spalletti cercava conferme dai suoi.

DONNARUMMA – L’avvio del match è per cuori forti: l’Italia sbaglia al limite della propria area, Aramburu ruba palla a Udogie e serve Rondon, Buongiorno rientra e si aggrappa al collo dell’attaccante con l’arbitro che non può non fischiare il rigore. Dal dischetto va proprio Rondon che però si lascia ipnotizzare da Donnarumma, calciando male e facendosi respingere la conclusione dal portiere azzurro.

RETEGUI – Passato lo spavento, l’Italia prova a creare gioco, Chiesa sfiora il gol con un destro a giro, dall’altra ancora Rondon in spaccata arriva all’appuntamento con millimetri di ritardo. L’errore che costa caro al Venezuela, però, arriva al 40′ con Romo che rinvia frettolosamente, il pressing azzurro funziona con la palla che arriva a Retegui. Stop e destro per l’1-0 dell’Italia.

BONAVENTURA – L’Italkia,m però, è in vena di regali: passano 3 minuti dal gol del vantaggio ed ecco che lo scambio di doni è completo con il passaggio totalmente sbagliato di Bonaventura, su appoggio di Donnarumma, che consente a Machis di calciare nella porta vuota senza nemmeno dover stoppare il pallone. Si va all’intervallo sull’1-1.

ZANIOLO – La ripresa vede un Venezuela più intraprendente che va vicino al vantaggio prima con Rondon, poi con il neoentrato Cadiz ma Donnarumma salva ancora una volta gli azzurri. La risposta italiana è nel sinistro di Zaniolo che Romo devia in angolo. La conclusione vincente, però, porta ancora la firma di Retegui, ancora con il destro da dentro l’area, che vale la firma sulla vittoria azzurra. Bene: portiamoci a casa questa vittoria e teniamoci stretti Retegui dalle origini siciliane, però senza troppe illusioni. Bisognerà migliorare tanto per poter giocare l’Europeo con qualche chance.

Tabellino e pagelle

VENEZUELA (3-4-3): Romo 5, Osorio 5.5, Angel 5.5 (33’st Makoun sv), Ferraresi 6; Aramburu 6 (41’st Otero sv), Martinez 5.5 (33’st Castillo sv), Caceres 6 (41’st Rincon sv), Navarro 6; Savarino 6 (17’st Pereira 6), Rondon 6.5, Machis 7 (17’st Cadiz 6.5). Allenatore: Fernando Batista 6.

ITALIA(3-4-2-1): Donnarumma 7.5, Di Lorenzo 6, Buongiorno 5.5, Scalvini 6; Cambiaso 6 (29’st Zaniolo 6), Locatelli 6 (20’st Jorginho 6.5), Bonaventura 4.5 (1’st Barella 5.5), Udogie 5.5; Frattesi 5.5 (21’st Pellegrini 6), Chiesa 6 (20’st Zaccagni 5.5); Retegui 8 (42’st Raspadori sv). Allenatore: Luciano Spalletti 6

ARBITRO: Rubiel Vazquez (Usa) 6

MARCATORI: 40’pt e 35’st Retegui, 43’pt Machis

Angoli: 10-3

Recupero: 1′ pt, 3′ st


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze PostScrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741