Skip to main content

Ferrari: doppietta nel gp d’Australia. Sainz vince, Leclerc è secondo. Interrotto il dominio Red Bull

Carlos Sainz sul podio di Melbourne

MELBOURNE (AUSTRALIA) – Alba rossa per l’Italia della Formula 1. Strepitosa doppietta Ferrari a Melbourne: un incredibile Carlos Sainz si è preso il Gran Premio d’Australia davanti al compagno di squadra Charles Leclerc, regalando un’alba rossa ai tifosi italiani e il primo successo stagionale per la scuderia di Maranello, dopo due terzi posti.

Sainz, al ventesimo podio e alla terza vittoria in carriera, e Leclerc centrano una doppietta due anni dopo quella in Bahrain, riportando due rosse sui primi due gradini del podio in Australia dopo 20 anni.

Il dominio Red Bull, dunque, è interrotto, complice un problema ai freni alla RB20 del campione del mondo Max Verstappen, costretto al ritiro al quinto giro, e un weekend sottotono di Sergio Perez, ieri penalizzato e partito sesto e oggi soltanto quinto in gara. Si sorride anche in casa McLaren, con il terzo posto di Lando Norris e il quarto di Oscar Piastri. 

L’eroe di giornata, però, è stato lui: Carlos Sainz, arrivato a Melbourne senza sapere se avrebbe retto libere e qualifiche, considerato il poco lavoro svolto dopo l’intervento per appendicite che lo aveva costretto a saltare la gara in Arabia Saudita, e riuscito a mantenere il comando della gara, dal ritiro di Verstappen e per i 58 giri sul circuito australiano.

“Dopo l’inizio di quest’anno, con la notizia del non rinnovo, ti prepari per fare la migliore stagione, arrivi a podio in Bahrain, poi ti arriva questa appendicite e non sai se tornerai, poi torni e vinci. La vita è difficile e bella per questo e adesso sono davvero molto felice”, ha detto Sainz a fine gara, consapevole di aver compiuto una bella impresa, complice una Ferrari decisamente migliorata rispetto a sei mesi fa.

“Quanto successo oggi dimostra che se lavori bene le cose si possono fare. Abbiamo dato alla squadra delle indicazioni chiare di come migliorare la macchina e il team quest’anno ha portato una macchina migliore, che ci consente di essere più veloce e fare meglio, e quando mi dai una macchina così sicuramente posso vincere”, ha aggiunto Sainz.

A completare la festa rossa ci ha pensato Leclerc, partito dalla seconda fila e protagonista di un bel duello con la McLaren di Norris. “Carlos ha fatto un weekend eccezionale al rientro e una gara incredibile. Io ho avuto un po’ di difficoltà con il primo set di gomme dure, poi l’ultimo è andato meglio, ma siamo primo e secondo e meglio di così non poteva andare”.

In casa Ferrari si festeggia, i punti di distacco in classifica dalla Red Bull sono 4 (97 contro 93) come quelli tra Leclerc (47) e Verstappen (51), ma la stagione è appena iniziata, “siamo felici ma è davvero troppo presto per arrivare a conclusioni, è un buon passo avanti ma non dobbiamo pensare di essere arrivati”, avverte il team principal della Rossa Frederic Vasseur.

Ne è consapevole anche Max Verstappen, che la prende con filosofia. “C’è stato un problema di surriscaldamento dei freni. Certo non è mai bello ritirarsi, ma questo è uno sport dove la meccanica conta, sappiamo che può succedere”, ha detto il campione del mondo.

Decisamente diverso l’umore in casa Mercedes, con le due monoposto che non hanno visto il traguardo: prima il ritiro del sette volte campione del mondo e futuro pilota della Ferrari Lewis Hamilton al 17/o giro che ha concluso nel modo più amaro un weekend sempre nelle retrovie, poi il grande spavento per George Russell finito contro le barriere all’ultimo giro, per fortuna senza conseguenze.

Ora è il momento della festa per il team Ferrari, pronto da domani a ricominciare a lavorare, perché tra due settimane, si tornerà in pista a Suzuka. “Godiamoci questo weekend, poi penseremo al futuro. La grande differenza è che la macchina è più leggibile da noi e dai piloti, una base migliore per svilupparla e migliorarla nel weekend. Riusciamo ad essere più costanti, cosa che era più difficile lo scorso anno”, ha concluso Vasseur.

ORDINE D’ARRIVO

Questo l’ordine di arrivo del Gran Premio d’Australia, terzo appuntamento del Mondiale di Formula 1 2024, disputato sui 58 giri del circuito di Melbourne pari a 306.124 km:

1. Carlos Sainz (Esp) Ferrari in 1h20’26″843 2. Charles Leclerc (Mon) Ferrari a 2″366 3. Lando Norris (Gbr) a McLaren a 5″904 4. Oscar Piastri (Aus) McLaren a 35″770 5. Sergio Perez (Mex) Red Bull a 56″309 6. Fernando Alonso (Esp) Aston Martin a 80″992 7. Lance Stroll (Can) Aston Martin a 93″222 8. Yuki Tsunoda (Jpn) Racing Bulls a 95″601 9. Nico Hulkenberg (Ger) Haas a 104″553 10. Kevin Magnussen (Dan) Haas a 1 giro.

Giro più veloce: 56° Charles Leclerc (Mon) Ferrari in 1’19″831 alla media di 238,066 km/h

Ferrari, Gp d'Australia, Leclerc, Red bull, Sainz


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741