Skip to main content

Fiorentina: battere il Milan per un sabato davvero “Santo”. Europa: ultima chiamata. La Fiesole per Barone. Formazioni

Lucas Beltran

FIRENZE – Ci vorrà un sabato speciale, sì un “sabato santo”, alla Fiorentina, per battere il Milan (stasera, 20,45, diretta su Sky e Dazn), ricordare nel modo migliore Joe Barone e non perdere quella che, in chiave Europa, potrebbe essere l’ultima chiamata.

BARONE – Anche il Milan verrà con un obiettivo: blindare la qualificazione in Champions League e provare a staccare la Juve nella corsa per il secondo posto. Stefano Pioli torna con la sua squadra al Franchi in una situazione che lui ha già vissuto ai tempi della tragica scomparsa di Davide Astori, quando l’attuale tecnico rossonero sedeva sulla panchina della Fiorentina: domani infatti lo stadio viola sarà tutto per Joe Barone e i ragazzi di Vincenzo Italiano daranno il massimo per onorare al meglio la memoria dello sfortunato dg morto la settimana scorsa.

PIOLI – “Purtroppo non è la prima volta che succede a Firenze, la città e i tifosi sono fantastici quando si devono compattare per superare questi momenti e questi lutti. Ci sarà un momento particolare all’inizio, il ricordo di Barone sarà vivo in tutti per quello che ha fatto in questi anni per la Fiorentina. Poi ci sarà la partita, difficile, contro una squadra forte”, ha dichiarato Pioli nel corso della conferenza stampa di vigilia.

ITALIANO – “Abbiamo perso una grande guida, un padre e dobbiamo cercare di trovare le energie e la forza per andare forte come ci chiedeva lui”, ha confermato Italiano in conferenza stampa. “Sono stati giorni particolari – ha aggiunto -, momenti difficili, ma per come conoscevamo Joe sappiamo che bisogna subito ripartire e onorarlo al meglio e mettere in campo quelle che erano le sue caratteristiche: passione, amore, attaccamento per questa città, per questi colori, per questa società”. “Tutto lo stadio ci darà la spinta per ottenere il massimo”, ha detto Italiano.

FIORENTINA – Italiano dovrà fare a meno di Bonaventura, squalificato, mentre recupera Kouame per la panchina. Il tecnico viola dovrebbe schierare Belotti al centro dell’attacco con Nico Gonzalez, Sottil e Beltran sulla trequarti. A metà campo si candida per una maglia da titolare il brasiliano Arthur.

“Il Milan è in grande forma, noi durante la sosta abbiamo recuperato qualche calciatore lungodegente facendo crescere tutti di condizione. Giochiamo in casa abbiamo voglia di ripartire con un risultato positivo in una partita difficile”, ha detto il tecnico viola. “Chiedo solamente che da qui alla fine si inizi a pensare tutti insieme per raggiungere qualcosa di straordinario. Mi aspetto grande spinta soprattutto nei momenti di difficoltà”.

MILAN – Tornando al Milan “inizia finalmente il periodo decisivo della stagione, dobbiamo preoccuparci di giocare il miglior calcio possibile per raggiungere il miglior risultato, saranno due mesi molto importanti”, ha detto ancora Pioli che oggi ha incassato anche le parole di elogio dell’ad Giorgio Furlani (“non è mai stato a rischio”), ma che sul futuro per ora non parla.

“Ci sono 10 partite e, speriamo, 5 di Europa League, ma sono tutte partite importanti a cominciare da quella contro la Fiorentina, che provoca sempre difficoltà. Ci sta parlare del futuro e dell’anno prossimo, ma noi non dobbiamo pensarci ora perchè i giudizi sono solo parziali. Adesso dobbiamo solo concentrarci suquesto finale di stagione, partita dopo partita”.

Certo resta l’amaro per un distacco di 14 punti dall’Inter che nessuno si aspettava. “La classifica non possiamo cambiarla. L’Inter ha fatto qualcosa di straordinario, mentre noi, soprattutto in un mese, non siamo riusciti a ottenere qualche vittoria in più. Negli ultimi mesi però ci siamo avvicinati sia a livello di gioco che di risultati”, ha detto Pioli. Il tecnico ha poi rassicurato tutti sulla concentrazione di Giroud, al netto delle tante voci sul suo futuro. “Giroud è tornato carico, determinato e sereno. Sta bene, parlo sempre con lui ma nessuno qui dentro sta pensando alla prossima stagione. Siamo tutti concentrati su questi ultimi due mesi”, ha detto. Pioli dovrà fare a meno “per precauzione” di Kjaer tornato acciaccato dalla nazionale e di Theo Hernandez squalificato.

Le probabili formazioni

FIORENTINA (4-2-3-1): Terracciano; Kayode, Milenkovic, Ranieri (Martinez Quarta), Biraghi; Arthur, Duncan (Mandragora); Gonzalez, Beltran, Sottil; Belotti. Allenatore: Italiano

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Thiaw, Tomori, Florenzi; Bennacer, Reijnders; Pulisic, Loftus-Cheek, Leao; Giroud. Allenatore: Pioli

ARBITRO: Maresca di Napoli

Fiorentina, italiano, Joe Barone, Milan, Pioli


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741