Skip to main content

Europa League: Roma e Atalanta in semifinale. Contro Bayer e Marsiglia. Mancini dedica il gol a Mattia Giani

Mancini mostra la maglietta dedicata a Mattia Giani

ROMA –  Con un’altra grande prestazione di qualità e carattere, per dar seguito al successo di San Siro (1-0), la Roma batte di nuovo il Milan nel ritorno dei quarti di Europa League e strappa il pass per la sua quarta semifinale europea consecutiva. La Roma affronterà in semifinale il Bayer Leverkusen: andata il 2 maggio all’Olimpico. Ritorno il 9 maggio in Germania. All’Olimpico finisce 2-1 grazie alle reti di Mancini (ancora una volta decisivo) e Dybala, mentre nel finale serve a poco il guizzo ospite di Gabbia.

La squadra di De Rossi, in inferiorita’ numerica dalla mezz’ora per il rosso diretto a Celik, trovera’ cosi’ il Leverkusen come l’anno scorso, mentre gli uomini di Pioli vengono eliminati con tanto amaro in bocca. Dodici minuti sul cronometro e i giallorossi passano subito avanti alla prima vera occasione: parte tutto da una super giocata di Mancini che controlla un pallone difficile e lo offre a Pellegrini, il capitano centra un palo clamoroso con un bel destro a giro da fuori, poi sulla respinta e’ lo stesso Mancini a ribadire in rete l’1-0.

Gli ospiti provano a rispondere al 20′, quando Loftus-Cheek calcia dall’interno dell’area dopo un cross basso di Musah, lo stesso Mancini devia e la palla s’infrange contro la traversa salvando Svilar. La Roma tira un sospiro di sollievo e dall’altra parte, appena un paio di minuti dopo, colpisce per la seconda volta con Dybala: l’argentino raccoglie una respinta corta di Gabbia, se la sistema sul sinistro e con il suo solito piazzato pesca l’angolino piu’ lontano dove Maignan non arriva. Il Milan sembra frastornato ma prova a riprendere morale dalla mezz’ora, quando Celik rimedia un rosso diretto per fallo su Leao e costringe i giallorossi a proseguire in inferiorita’ numerica. Gli uomini di Pioli cambiano ritmo e al 36′ portano un altro pericolo in area romanista, con un colpo di testa di Loftus-Cheek respinto provvidenzialmente di schiena da Spinazzola. Nella ripresa si apre campo per le ripartenze dei padroni di casa, che al 58′ tornano a spaventare gli avversari proprio con Spinazzola, lanciato in velocita’ e murato da Maignan. Una manciata di minuti piu’ tardi ci prova anche Abraham, impreciso sotto porta dopo un cross basso di El Shaarawy dalla destra. Nel finale il Milan tenta il tutto per tutto e all’85’ accorcia le distanze con il gol di Gabbia, che colpisce di testa su cross di Leao riaccendendo una piccola speranza per i suoi. Ma non basta, in semifinale ci va la Roma.

MATTIA GIANI – “Dedico il gol a Mattia Giani e a tutta la sua famiglia, che sta veramente soffrendo. Ho passato gli ultimi giorni a pensare a loro”. Così Gianluca Mancini, ai microfoni di Rai Sport, dopo la vittoria interna della “sua” Roma contro il Milan in Europa League. Il successo, aperto da un gol proprio di Mancini, è valso ai giallorossi il pass per le semifinali.

“A livello sportivo non potrei chiedere di meglio, non tanto per i gol, quanto per i risultati recenti della Roma. Nella vita privata invece non è un bel momento, ma riusciremo a rialzarci”, ha aggiunto il difensore giallorosso, parente del giovane e sfortunato Mattia Giani.

ATALANTA – Una sconfitta che vale oro. L’Atalanta di Gian Piero Gasperini perde 1-0 contro il Liverpool, ma a passare in semifinale sono i bergamaschi: decide il rigore di Salah dopo sette minuti, ma quel che conta e’ il risultato complessivo. L’Atalanta affronterà in semifinale l’Olimpique Marsiglia. Gioia e commozione al termine del match, Bergamo vive l’ennesima notte da sogno per mano di Gian Piero Gasperini: i bergamaschi stanno sognando ad occhi aperti e non hanno piu’ intenzione di svegliarsi. Gasperini ha scelto Miranchuk al posto di Pasalic, con Koopmeiners a supporto di Scamacca. Klopp si e’ affidato a Salah e Luis Diaz, con Gakpo a battagliare con Hien.

La gara del Gewiss Stadium e’ cambiata immediatamente quando Ruggeri ha colpito di mano un pallone arrivato dalla corsia mancina: sul dischetto si e’ presentato Salah, l’ex Roma ha spiazzato Musso portando i Reds subito in vantaggio. La pressione da parte degli inglesi e’ aumentata col passare dei minuti, la Dea invece ha faticato senza riuscire a trovare l’ultimo passaggio necessario per far male alla banda di Klopp. Nei minuti finali del primo tempo lo stesso Salah ha fallito l’occasione del 2-0 con un pallonetto sballato, Koopmeiners poco piu’ tardi ha segnato l’1-1, ma il gol e’ stato annullato per via di una posizione irregolare.

Nella ripresa l’Atalanta ha alzato gli scudi concedendo poco e niente, anzi i nerazzurri hanno sfiorato a piu’ riprese il pareggio prima con Ederson, poi con la conclusione di Scamacca terminata alta sopra la traversa di Alisson. Il Liverpool invece ha faticato parecchio senza riuscire a trovare piu’ varchi: finisce 1-0, ma e’ la sconfitta piu’ dolce della storia dell’Atalanta. Nel finale Gian Piero Gasperini ha raggiunto tutta la squadra sotto la curva per festeggiare un’incredibile qualificazione alle semifinale di Europa League. 

Europa League

Quarti di finale

Roma-Milan 2-1 (3-1)

Atalanta-Liverpool 0-1 (3-1)

Olimpique Marsiglia-Benfica 1-0 (4-2 dopo i rigori)

West Ham-Bayer Leverkusen 1-1 (1-3)

Atalanta, Europa League, Liverpool, mattia giani, Milan, Roma


Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741