Skip to main content

Firenze 2030, ci siamo! L’incontro con la candidata Sindaca al Comune di Firenze Stefania Saccardi

Confesercenti città di Firenze continua con Stefania Saccardi, candidata a Sindaca per Italia Viva, una serie di incontri con chi ambisce a governare la città per i prossimi 5 anni di mandato amministrativo.

Lo fa in una delle residenza storiche più belle dell’area Unesco, l’Hotel Centrale di via dei’ Conti, con una platea rappresentativa di piccole e medie imprese del commercio, turismo, servizi, ristorazione che ha contribuito, in larga parte, a redigere un documento, complesso ed articolato, “Firenze 2030, Ci siamo!”, presentato per l’occasione.

Il momento di confronto, coordinato dal responsabile Confesercenti città di Firenze, Lapo Cantini, si è svolto con una introduzione del Presidente Confesercenti città di Firenze Santino Cannamela basata sui principali temi richiamati anche dal documento, in particolare quelli relativi alle sfide decisive per il futuro di Firenze e delle imprese; che ha poi anche rivolto delle domande al candidato sindaco.

“Nel prossimo decennio continueremo ad assistere al progressivo cambiamento delle città, e sarebbe utopistico pensare il contrario; per questo chiunque sia chiamato a svolgere il ruolo di Sindaco di Firenze dovrà mettere in campo capacità politiche ed amministrative. E’ e sarà necessario gestire il processo di evoluzione e orientarlo al fine che la città non perda la propria vocazione inclusiva, internazionalistica, democratica ma anche le proprie particolarità e specificità. – ha affermato Santino Cannamela Presidente Confesercenti Città di Firenze – Come Confesercenti, siamo a pronti a svolgere il nostro ruolo e a lavorare in modo attivo e partecipe per una Firenze che sia il frutto di una innovativa sintesi tra tradizione e modernità: un equilibrio tra turismo e residenza, dove le PMI svolgono un ruolo consapevole e di primaria importanza sia come presidio del territorio che in ottica turistica”.

“Tasse e tributi, sicurezza e ordine pubblico, un nuovo piano Dehors, logistica e trasporti, promozione turistica e destagionalizzazione sono questioni cruciali e di interesse per le nostre imprese e su cui è necessario un confronto collaborativo con la prossima amministrazione comunale. – ha aggiunto Cannamela – Inoltre, il futuro delle PMI fiorentine dipende anche dal completamento di opere infrastrutturali e di vitale importanza che dovranno essere completate nel corso del prossimo mandato amministrativo.”

“Prendo in grande considerazione le proposte di Confesercenti città di Firenze illustrate in questa sede: le trovo davvero di grande importanza e le condivido in larghissima parte. – ha commentato il Candidato a Sindaco per la lista Italia Viva – E’ soprattutto su quattro versanti, creazione di nuovi parcheggi interrati e/o in superficie, nuovo piano dehors, rinnovo delle concessioni area pubblica, riformulazione della tassa di soggiorno che mi trovo in grande sintonia con il documento elaborato da Confesercenti città di Firenze.”

“Ci sono molte cose da fare per migliorare il lavoro delle piccole e medie imprese in città, ma, in questa fase è soprattutto necessario programmare iniziative ed interventi che diano una prospettiva di certezza del lavoro, in modo che si possano programmare al meglio , investimenti, crescita aziendale, stabilizzazione del personale” – ha concluso Saccardi

Di grande interesse anche gli interventi di alcuni imprenditori presenti, tra questi si segnalano quelli di Lucilla Cracolici Coordinatrice dei Centri Commerciali Naturali Fiorentini, Piero Iervolino imprenditore nel settore cultura e somministrazione, Massimo Manetti Presidente Consorzio Mercato Centrale, Davide Vaggelli artista di strada e Simone Lapis ambulante del Mercato del Porcellino.

Conclusioni finali con Cannamela che ha ringraziato Stefania Saccardi per la disponibilità e ha sottolineato “che è fondamentale ambire ad una visione di città che sappia tenere insieme una realtà economica ed imprenditoriale che viaggia a due velocità: quella che lavora con i flussi turistici e quella dei quartieri con maggiori problemi di tenuta”.

commercio, confesercenti, imprese, pmi, Turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741