Skip to main content

Pitti Uomo: via all’edizione estiva 2024. Con 790 brand, di cui il 44% proveniente dall’estero

(foto FB Pitti Uomo)

E’ iniziato ufficialmente il coutdown per l’edizione numero 106 di Pitti Uomo, uno degli appuntamenti più importanti a livello internazionale per quanto riguarda la moda maschile, tra eccellenze del Made in Italy, designer di alto profilo e nuove realtà da conoscere. L’edizione estiva di Pitti Uomo si svolgera’ alla Fortezza da Basso di Firenze dall’11 al 14 giugno 2024, ricca di 790 brand, di cui oltre il 44% esteri. Luci sulle collezioni della Primavera/Estate 2025.

Accanto al menswear, anche tanto lifestyle con accessori e oggetti di design. Nomi di grande impatto figurano nel programma di questa edizione. A partire dalla presenza di Paul Smith, protagonista di un evento speciale nel giorno di apertura di Pitti Uomo. Significativa e’ la scelta di Marine Serre come Guest Designer, il cui lavoro mette in evidenza stile e contenuti di grande attualita’.

Tra gli eventi da non perdere, la prima sfilata del brand di culto Pierre Louis Mascia, e il debutto di una capsule di moda maschile di Plan C di Carolina Castiglioni. Il nuovo tema dei saloni estivi di Pitti Immagine e’ ‘Pitti Lemon‘, la campagna coordinata dal creative director Angelo Figus, e’ stata interpretata da Giordano Poloni. Confermato il percorso espositivo suddiviso in cinque sezioni (Fantastic Classic, Futuro Maschile, Dynamic Attitude, Superstyling e I Go Out), a cui si aggiunge la presenza delle aree speciali S|Style (che presenta una selezione di brand impegnati a promuovere pratiche sostenibili) e Vintage Hub (terza edizione del progetto speciale che presenta l’approccio piu’ contemporaneo e innovativo al mondo del vintage). Tra le collaborazioni internazionali, oltre alla presenza consolidata di Scandinavian Manifesto e JQuality, a questa edizione Pitti Uomo proporra’ il progetto speciale China Wave.

“Pitti Uomo prosegue nel suo percorso di crescita al fianco dei brand, rappresentando per una community sempre piu’ ampia e forte un momento di incontro, di business e di approfondimento dei temi che attraversano la cultura fashion contemporanea”, commenta Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine. “Le aziende del settore moda, anche per la prossima stagione, hanno scelto di concentrare risorse e investimenti su Firenze e sulla nostra manifestazione che a sua volta offre ai brand una visibilita’ internazionale e un contesto ideale e sempre in evoluzione per incontrare gli interlocutori giusti”.

In questa edizione numerosi sono i progetti al debutto, rientri importanti, anniversari e collaborazioni speciali. Tra le anteprime e partecipazioni speciali in scena a giugno, da segnalare Fay, marchio del Gruppo Tod’s che partecipa negli spazi della Polveriera, con la sua nuova collezione assieme alle novita’ del progetto Fay Archive, che riporta al DNA del brand e alla sua spiccata attitudine workwear. Superga torna a Pitti Uomo per presentare una retrospettiva che celebra la sua storia, un focus particolare sara’ dedicato alla “2750”, la prima scarpa da tennis al mondo con suola in gomma naturale vulcanizzata, che sta per compiere cento anni e rimane un’icona dello stile italiano e non solo. In agenda anche la collezione Missoni Man PE 2025, che trae ispirazione dalla figura iconica di Ottavio ‘Tai’ Missoni.

Guess partecipa anche a questa edizione e approda al Padiglione delle Ghiaia. Colnago, l’azienda di biciclette da corsa di alta gamma fondata nel 1954 e diventata una delle realta’ produttrici piu’ creative e vivaci – innovando e portando all’interno del mondo del ciclismo le sue idee e sperimentando materiali nuovi e diversi tra cui il titanio e la fibra di carbonio – partecipa per la prima volta in Fortezza al Padiglione Cavaniglia. Tombolini celebra a Pitti Uomo i suoi 60 anni con la capsule SS25 Collection “Ultra Light”, un menswear leggerissimo al centro del progetto Zero Gravity. Daniele Fiesoli celebra la sua 70 collezione con un evento esclusivo al Teatro Niccolini.

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, promuovono il ruolo di Firenze nella strategia di internazionalizzazione della moda italiana attraverso il sostegno ai saloni moda 2024 di Pitti Immagine, un contributo fondamentale per il programma di incoming dei migliori operatori esteri e di comunicazione. “Grazie a questa collaborazione – dice Agostino Poletto, direttore generale Pitti Immagine – possiamo investire preziose risorse anche nell’invito a compratori provenienti dai mercati emergenti, sia quelli che sappiamo essere potenziali nuovi clienti del Made in Italy di qualita’, sia quelli che stanno gia’ diventando importanti per i nostri espositori nazionali. Per questa attivita’ abbiamo lavorato con il personale degli uffici Ice all’estero”.

UniCredit conferma il proprio impegno a supporto del settore Moda e, piu’ in generale, del tessuto produttivo nazionale. La banca si pone come interlocutore attivo in materia di innovazione, sostenibilita’ e internazionalizzazione per le imprese del comparto, attingendo alle professionalita’ e al know how del suo network, per accompagnarle in concreto nelle sfide della transizione ecologica e digitale. Un percorso che si arricchisce anche di focus sui temi della formazione grazie alla creazione “CFMI Academy”, nata dalla partnership tra Centro di Firenze per la Moda Italiana, Pitti Immagine e UniCredit.

edizione estate 2024, fortezza da basso, Pitti Lemon, Pitti Uomo 2024


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741