Skip to main content

Pitti Uomo estate 2024, Napoleone: “In aumento i buyers stranieri, in calo gli italiani”

La Fortezza da Basso, sede di Firenze Fiera

E’ ottimista, e snocciola i dati in suo possesso, Raffaello Napoleone, ad di Pitti Immagine. Che commenta i primi dati sull’affluenza al Salone mondiale della moda maschile. Facendo sapere che Pitti Uomo continua a crescere: i dati di affluenza dei primi due giorni e mezzo indicano che dopo il grande aumento dello scorso giugno, 20% sul 2022, i compratori esteri registrano un’ulteriore crescita, sia pure lieve: penso che alla fine supereranno le 5.000 unità”.

Il numero delle affluenze italiane invece non conferma i risultati del 2023, diminuiscono del 6%, secondo quando illustra la nota diffusa questo pomeriggio.

“Devo dire – continua Napoleone -che questo era ampiamente previsto, considerata la chiusura di tantissimi negozi in questi ultimi due, tre anni e l’andamento poco dinamico dei consumi interni. L’idea che circola tra operatori e commentatori è che, contando su un relativo allentamento delle tensioni geopolitiche e sugli stimoli all’economia da parte delle istituzioni economiche e monetarie, dobbiamo attendere il 2025 per una decisa ripresa”.

Secondo la nota il salone dovrebbe chiudere a quota 11.000 presenze di buyers, con una percentuale estera che arriverà al 45%.
I 15 mercati esteri più presenti a Pitti Immagine Uomo edizione 106 sono, nell’ordine, Germania, Olanda, Gran Bretagna, Olanda, Spagna, Giappone, Turchia, Usa, Francia, Svizzera, Austria, Belgio, Corea del Sud, Polonia e Russia.
“Naturalmente non possiamo nasconderci la situazione difficile del mercato italiano. – commenta Antonio Dematteis, presidente di Pitti Immagine – E’ vero che la distribuzione italiana di alto livello è presente senza defezioni, ma il problema è la debole dinamica dei consumi interni. Dobbiamo tutti fare una riflessione e capire come aprire una nuova fase di crescita e di fiducia: rappresentanze imprenditoriali e del lavoro, governo italiano, istituzioni europee”.


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741