La vigilia della cerimonia nelle parole del Comandante

Scuola militare aeronautica Douhet: primo giuramento, a 16 anni, per i cadetti del «Corso Lyra»

di Claudio Icardi - - Cronaca

Stampa Stampa
Gli allievi del 1° anno il giorno di inizio dell'anno scolastico

Gli allievi del 1° anno il giorno di inizio dell’anno scolastico

FIRENZE – È la terza volta in 3 anni che ho l’onore di partecipare, alla guida della Scuola Militare Aeronautica «Giulio Douhet», al giuramento di fedeltà alla Patria dei nostri Allievi: 52 cadetti di cui 22 ragazze tra i 15 e 16 anni, provenienti da tutta Italia. Giuramento e «battesimo» del 1° Corso che da domani, giovedì 16 aprile, si chiamerà «Corso Lyra».

TRADIZIONE  – La presenza del Gonfalone della città di Firenze e delle Associazioni combattentistiche e d’Arma rappresenterà quel filo conduttore con il passato, custode delle nostre tradizioni e anche elemento di continuità. Vicinanza mai così sentita come in questo anno scolastico, dove, accanto alle rievocazioni della Grande Guerra, abbiamo potuto visitare ed approfondire pagine e luoghi della nostra storia dell’ultimo secolo, da Redipuglia alla Foiba di Basovizza.

DIECI ANNI – Oramai la Scuola Militare Douhet ha iniziato il suo decimo anno di attività, la sua presenza si è consolidata nella comunità e non vi nego un po d’emozione quando di frequente accompagnandoli all’ Opera di Firenze percepisco gli sguardi compiaciuti nei confronti dei nostri ragazzi e ragazze in un’uniforme storica, contenti di essere fiorentini anche nel «Maggio». Ma ogni attività è pianificata e fa parte di un programma ampliamente condiviso con i docenti i quali preparano addirittura le classe prima dell’Opera di Firenze.

I CORSI – Attualmente frequentano la Douhet 129 allievi di cui 34 del corso «Ghibli» al terzo ed ultimo anno d’istruzione e 43 del corso «Iris» al secondo. Divisi tra frequentatori di Liceo Classico e degli ultimi tre anni di Liceo Scientifico. Ho visto i genitori dei 52 Allievi del primo corso lo scorso 4 settembre, certamente più preoccupati di quello che attendeva i loro figli, più degli stessi ragazzi.

REGOLE – Quando comunicai loro le regole della Scuola e che per 30 giorni non li avrebbero visti, una signora mi disse: «…Comandante a noi sembra contradditoria la sua richiesta di aiutarla a sostenere il progetto formativo e contestualmente limitare l’uso del cellulare ad un pomeriggio a settimana?» Oggi le famiglie trovano conferma dell’ambizioso e trasversale progetto di crescita di questo «college» statale, il cui scopo va oltre la didattica.

FAMIGLIE – Li vedremo, domani 16 aprile, con le loro belle divise marciare solennemente davanti alle loro famiglie, agli ex allievi ed alle autorità civili e scolastiche. Sono studenti, come tutti i sedicenni, che hanno deciso di svolgere gli ultimi tre anni di scuola superiore secondaria in un modo diverso, con i principi e valori dell’ambiente militare aeronautico. Interiorizzando regole che inizialmente sembrano circoscritte all’essere allievo, all’essere militare, ma poi sono i fondamento per assumersi le responsabilità e raggiungere la maturità.

LEZIONI – Giornate intense con 38 ore di lezione a settimana, sport ogni giorno per convogliare le proprie energie e consolidare lo spirito di gruppo e solo 3 ore di studio. Domenica 12 aprile, per ridurre un po’ della tensione in vista della solenne cerimonia che li attendeva abbiamo organizzato loro un’escursione giornaliera a Monte Morello guidati dalle Guide del Corpo della Forestale. Una delle numerose iniziative extra scolastiche che fanno parte del valore aggiunto offerte dalla Scuola in ottica di crescita a tutto tondo.

COLLEGE – Un college dove si parte tutti dallo stesso livello e con le stesse regole. I pochi militari preposti alla formazione degli allievi promuovono una loro serena e bilanciata crescita (umana, culturale, morale, fisica) affinché abbiano le necessarie competenze per affrontare le sfide del domani. I genitori mi chiedono spesso, durante gli «open day», cosa c’è di militare e per quale motivo dovrebbero effettuare una scelta cosi impegnativa: regole chiare e inequivocabili, certezza del merito, ricerca dell’eccellenza sono alla base della professionalità aeronautica e, il vero valore aggiunto è imparare a gestire il tempo.

FORMAZIONE – È iniziato il decimo anno d’attività della Scuola “Giulio Douhet” nel segno del consolidamento dei risultati e dell’impianto formativo basato su tre cardini fondamentali (le competenze linguistiche con due lingue straniere in ogni indirizzo, le lingue classiche e l’acquisizione del metodo scientifico matematico) ed un’attività formativa tesa a responsabilizzare gli Allievi per restare al passo con i tempi e le richieste della società. Gli Allievi restano uniti nel tempo come dimostrano la presenza domani degli ex-allievi della Scuola, uomini e donne capaci, laboriosi ed onesti di cui il nostro paese ha bisogno che si stanno affermando nel mondo del lavoro e delle professioni

GIURAMENTO – Giurare fedeltà alle istituzioni è un atto nobile e responsabile e quanto di più sacro possa legare ogni cittadino alla Nazione. Quando la sera prima ti siedi a cena con loro, nonostante la formalità che contraddistingue i rapporti gerarchici, respiri la loro emozione, l’orgoglio e la determinazione che li ha portati, a 15 anni, lasciando le comodità domestiche, fino a questo giorno, attraverso un lungo concorso pubblico di 1000 domande, nel quale i candidati hanno dovuto affrontare una rigorosa selezione attraverso prove psicoattitudinali, fisiche, sportive e culturali.

AUGURI – Auguri ragazzi del «Corso Lyra»! Cogliete le opportunità offerte dalla Scuola, da oggi fate parte a pieno titolo delle nostre istituzioni sono certo che i vostri sforzi saranno coronati dal successo e ben figurerete come uomini e donne. Ovunque sarete e qualunque sarà la vostra scelta per il futuro.

 

ARTICOLO SUCCESSIVO 

16 apr 2015 – Scuola Aeronautica Douhet, giuramento 2015: i volti e le emozioni del Corso Lyra VIDEO-FOTO 

 

 

Tag:, ,

Claudio Icardi

Claudio Icardi

Comandante Scuola Militare Aeronautica G. Douhet
redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.