0-0 i tempi regolamentari. La sterzata vincente di Sousa: con Montella i viola erano disastrosi dal dischetto

Fiorentina batte Benfica ai rigori: 5-4. Decisiva parata di Lezzerini. A segno anche Mario Suarez

di Paulo Soares - - Cronaca, Sport

Stampa Stampa
Josip Ilicic festeggiato dai compagni dopo il secondo gol

Fiorentina vittoriosa ai rigori nella seconda e ultima partita della tournèe negli Usa: battuto il Benfica per 5-4 (tempi regolamentari: 0-0)

HARTFORD (Connecticut) – Siamo nel cuore della notte e c’è da stropicciarsi gli occhi: la Fiorentina, che non riusciva a segnare mai dal dischetto sotto la guida di Montella, con Paulo Sousa batte il Benfisa nella seconda partita dell’International Champios proprio a rigori. Risultato 5-4. Una bella soddisfazione, dopo la sconfitta per 4-2 contro il Paris Saint Germain. Significa che i viola hanno messo dentro tutti i cinque tiri dal dischetto. Poi non è mancato il miracolo del giovane portiere Lezzerini, subentrato a Sepe: ha guardato negli occhi Carcela Gonzalez, ultimo tiratore portoghese, ed è riuscito a intercettare il pallone. Grande Lezze! Perfette le conclusioni dei viola, in sequenza: Pasqual, Badelj, Ilicic, Rebic e, in fondo, quel Mario Suarez appena arrivato dall’Atletico Madrid, protagonista di una robusta prestazione. Cesellata dalla felce conclusione al dischetto.

SOUSA – Che cosa aggiungere? Che Paulo Sousa deve aver insistito molto, in allenamento, sui calci di rigore. Sapeva che erano stati un tallone d’Achille per la Fiorentina nella passata stagione. Quanti punti persi e quante occasioni buttate per via dei tiracci dal dischetto!. Ed ecco che dagli undici metri arriva la vittoria contro il Benfica, ossia una formazione da Champions dal passato prestigiosissimo e ora guidata da un super manager caro al cuore dei tifosi viola: Rui Costa.

ROSSI – Onestamente non si può dire che sia stata una gran partita. La Fiorentina ha spinto più dei portoghesi e ha colpito una traversa (deviazione del portire) su tiro di Ilicic in avvio di ripresa. Le lacune maggio a centrocampo, nonostante la buona impressione di Mario Suarez, e in attacco. Dove Pepito Rossi, entrato all’inizio della ripresa, è rimasto in campo meno di mezz’ora, per poi lasciare il posto a Rebic.

ILICIC – Si comincia con una bella azione viola (5’) isèirata da Joaquin che scende sul fondo e serve Ilicic che però non raggiunge il pallone. Due minuti dopo azione viola tutta in velocità, e di prima, tra Ilicic-Vecino.Bernardeschi, con tiro conclusivo di Ilicic che finisce sopra la traversa. Il Benfica si scuote: Rodriguez impegna Sepe che si distende e respinge. Intorno alla mezz’ora è ancora Ilicic a provarci, ma Julio Cesar devia. Nel finale Joaquin serve Alonso ma il portiere del Benfica blocca a terra.

TRAVERSA – L’ingresso di Pepito Rossi, nel primo minuto del secondo tempo, sembra dare spinta ala Fiorentina. Al 10’ è di nuovo Ilicic a tirare, ma Julio Cesar intuisce e riesce a deviare sulla traversa la botta dello sloveno. Al 21’ il Benfica resta in dieci: espulso Luisao per somma di ammonizioni. Al 26′ di nuovo Fiorentina pericolosa con Ilicic, imbeccato da Badelj. Quindi pallone in area portoghese, ma Rossi e Joaquin. A questo punto Sousa decide una serie di sostituzioni. Fuori anche Pepito.

SUAREZ – Al posto di Bernardeschi entra Mario Suarez: che al 33’ cerca il gol ma viene fermato in area. Al 38’ il centrocampista ex Atletico Madrid arriva al tiro ma il pallone finisce sul fondo. Gli ultimi spiccioli di partita vedono (43’) l’ennesimo tiro di Ilici che però finisce fuori e una conclusione di Rebvic (imbeccato da Ilicic) deviata in angolo da Julio Cesar. Infine brivido per i viola in pieno recupero: Bagadur rischia l’autogol con un passaggio indietro di testa, ma Lezzerini riesce a parare.

RIGORI – Comincia la Fiorentina. Il primo tiro è di Pasqual: gol. Il benfica risponde con Almeida: gol. Poi Badelj: gol. Quindi Pizzi per i portoghesi: gol. Ilicic, dopo tante concusioni non a segno in partita, piazza bene il pallone: gol. Gonzales pareggia: gol. Siamo 3-3. Il giovane Rebic si comporta da veterano: gol. Così coe Nelson Oliveira: gol. L’ultimo rigore viola tocca a Mario Suarez: gol. Si proseguirà a oltranza? No: Lezzerini guarda negli occhi il tiratore portoghese, Nelson Carcela, e indovina la traiettoria: rigore parato!. La Fiorentina vince. E festeggia nella notte americana.

 Tabellino

FIORENTINA (3-4-2-1): Sepe (dal 27’ st Lezzerini); Tomovic (dal 27’ st Pasqual), Gonzalo Rodriguez (dal 27’ st Bagadur), Basanta (dal 1’ st Roncaglia); Joaquin (dal 27’ st Diakhatè), Vecino (dal 15’ st Badelj), Borja Valero (dal 27’ st Hegazi), Alonso (dal 15’ st Fazzi), Ilicic, Bernardeschi (dal 27’ st Suarez), Babacar (dal 1’ st Rossi, dal 27’ st Rebic). Allenatore: Paulo Sousa

BENFICA (4-3-3): Julio Cesar; Andrè Gomez, Jardel, Luisao, Eliseu (dal 15’ st Silvio); Fejsa, Samaris (dal 15’ st John), Talisca (dal 15’ st Pizzi), Rodriguez (dal 26’ st Cristante), Jonas (dal 27’ st Carcela Gonzalez), Gaitan (dal 25’ st Nelson Oliveira). Allenatore: Rui Vitoria

Arbitro: Sorin Stoica

Espulso: Luisao per doppia ammonizione

Ammoniti: Gonzalo Rodriguez, Alonso, Ilicic, Hegazi, Badelj

Tag:, , ,

Paulo Soares

Paulo Soares

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.