Pena inflitta in primo grado con rito abbreviato dal gup, oggi 30 settembre

Firenze: donna crocifissa, Riccardo Viti condannato a 20 anni di carcere

di Redazione - - Cronaca, Primo piano

Stampa Stampa
Riccardo Viti

Riccardo Viti

FIRENZE – Venti anni di reclusione. E’ la pena che – con rito abbreviato -, il gup di Firenze ha inflitto a Riccardo Viti.

Andrea Cristina Zamfir

Andreea Cristina Zamfir

L’idraulico fiorentino di 55 anni è accusato di aver violentato e seviziato fino a ucciderla una prostituta rumena di 26 anni, Andreea Cristina Zamfir, trovata morta il 5 maggio 2014 sotto un cavalcavia dell’autostrada A1 a Ugnano (alle porte di Firenze), legata alla sbarra come se fosse crocifissa. Per Viti il pubblico ministero Eligio Paolini aveva chiesto l’ergastolo.

AGGIORNAMENTO ORE 18.50

«Non si può dare 20 anni a uno che ha ammazzato in questo modo. E’ poco, siamo delusi». Così Yean Ion Manta, 36 anni, compagno della prostituta romena uccisa a Firenze nel 2014 e legata come fosse crocifissa, ha commentato la sentenza con cui l’uomo accusato dell’omicidio, Riccardo Viti, è stato condannato a 20 anni di reclusione. «Ha confessato, è stato collaborativo», ha spiegato il difensore di Viti, l’avvocato Francesco Stefani. Il gup ha disposto provvisionali da 30 mila euro per i familiari della vittima e di 10 mila euro per le altre parti civili, fra le quali prostitute violentate e aggredite da Viti.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.