All'alba di sabato 7 novembre

Viareggio: via al recupero del peschereccio Giumar

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
Il relitto del peschereccio Giumar

Il relitto del peschereccio Giumar

VIAREGGIO: Sarà recuperato domani il relitto del Giumar, il peschereccio di tredici metri affondato mercoledì scorso non lontano dall’imboccatura del porto di Viareggio e a bordo del quale si trovavano due pescatori usciti in mare per una battuta di pesca. Dopo una serie di rinvii, le operazioni di recupero – coordinate dalla Guardia costiera – sono state programmate per l’alba di domani.

Ad occuparsi del recupero dell’imbarcazione sarà la draga ‘Alfredo’ che in questi giorni si trova nel tratto di mare di fronte al porto di Viareggio per alcuni scavi sul fondale già programmati da tempo. Intanto non ci sono ancora tracce di Fabrizio Simonetti, il pescatore viareggino di 52 anni che ancora risulta disperso in mare dopo il naufragio del peschereccio. Le ricerche si sono adesso concentrate nella zona del Mar Ligure dove ieri pomeriggio, a largo di Portofino, è stato recuperato il corpo senza vita di Nello Simonetti, 48 anni, il secondo pescatore (nonché cugino di Nello) che si trovava a bordo del Giumar.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.