Il piano di alienazioni non sarebbe stato concordato

Regione Toscana, guerra fra presidenti: Eugenio Giani contro Enrico Rossi, che vuol vendere Palazzo Bastogi

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa
Palazzo Bastogi, a Firenze, già sede di Fondiaria eppoi della presidenza della giunta regionale. Oggi ospita Corecom e difensore civico

Palazzo Bastogi, a Firenze, già sede di Fondiaria eppoi della presidenza della giunta regionale. Oggi ospita Corecom e Difensore civico e altri uffici del Consiglio regionale

FIRENZE – Nella Regione Toscana è guerra fra presidenti: Eugenio Giani, che guida il Consiglio regionale, è contro Rossi,  al timone della giunta. Motivo? La scelta di alienare alcuni immobili, compreso Palazzo Bastogi (ex sede di Fondiaria eppoi della presidenza della giunta e oggi a disposizione del Consiglio regionale) fa infuriare Giani. La decisione sarebbe stata presa dal governo regionale di Rossi a quanto pare senza coinvolgere l’assemblea. Secondo Eugenuio Giani, la situazione è imbarazzante: “Le procedure relative alle alienazioni di beni immobili -afferma Giani- prevedono che il piano di vendita sia preventivamente inviato al Consiglio, il quale, nel termine di sessanta giorni, trasmette alla Giunta osservazioni e proposte. La legge n. 77 del 2004 all’articolo 20 prevede che la proposta della Giunta debba essere valutata dal Consiglio regionale”.

Ancora Giani: “Ad oggi, 27 gennaio,  il Consiglio non è stato assolutamente coinvolto. Esprimo, dunque, forte imbarazzo, anche a fronte di una recente riorganizzazione delle sedi e degli uffici dell’Assemblea toscana. Tra queste sedi mi preme ricordare anche quelle degli
organismi indipendenti come Corecom (Comitato regionale per la comunicazione) e Difensore civico, che prima erano in affitto in immobili per i quali il Consiglio si assumeva i costi e che, ad oggi, sono invece tutti collocati in spazi dello stesso Consiglio, quindi, in luoghi che appartengono ai cittadini toscani”.

Tag:, , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Commenti (2)

  • roberto

    |

    Non solo palazzo Bastogi ma 40 edifici pubblici svenduti per 650 milioni!
    Edifici pubblici costruiti e mantenuti con le tasse pagate da lavoratori dipendenti e pensionati e li compreranno chi le tasse non le paga ossia da miliardari,milionari e grandi e medi evasori!
    Una vera confisca a danno dei ceti/classi meno abbienti! In violazione della Costituzione!

    Rispondi

  • Pierluigi

    |

    A forza di vendere si resta con le pezze ………………….

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.