Soprattutto contribuenti del Settentrione e di mezza età

Fisco: record del 730 precompilato, sono quasi due milioni (+43% rispetto al 2015)

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

FiscoROMA – L’Agenzia delle Entrate ha fatto il punto sul numero di contribuenti che hanno inviato direttamente il 730 precompilato, che sono in aumento rispetto allo scorso anno. Il che vuol dire che la novità è stata assimilata e gradita e che l’aiuto del fisco ai cittadini comuncia a funzionare. Sono infatti quasi 2 milioni i cittadini che hanno trasmesso il modello da soli tramite il servizio web disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate. Il dato 2016, incluse anche le dichiarazioni Unico Web, segna un più 43% rispetto a quello registrato lo scorso anno, quando le dichiarazioni inviate direttamente online dai contribuenti furono 1,4 milioni.

L’identikit del cittadino che ha dimostrato maggiore familiarità con il 730 precompilato: di mezza età e residente nelle regioni settentrionali del Paese. Anche sotto questo profilo il Meridione sembra soffrire di un gap, questa volta tecnologico. La “geografia” definitiva della campagna 2016 evidenzia le regioni in cui la procedura online è stata più utilizzata: il primo posto assoluto va al Friuli-Venezia Giulia (14%), seguono Lombardia (13,6%) e Veneto (12,1%), quindi Valle d’Aosta (11,8%), Lazio e Piemonte (11,6%). Chiude la classifica dei virtuosi la Sardegna con l’11,5% di 730 inviati in autonomia. A livello provinciale spiccano invece i dati di Monza-Brianza (16,8%), Lecco (16,6%) e Trieste (16%). I contribuenti toscani evidentemente hanno pèreferito seguire metodi più tradizionali.

Quasi un quarto dei 730 rispediti arrivano da contribuenti di età compresa tra 41 e 50 anni (446mila); segue la fascia di età immediatamente successiva, tra 51 e 60 anni (374mila), ma hanno dimostrato dimestichezza col sistema online anche i trentenni e i sessantenni (rispettivamente 325mila e 324mila click). Numerosa anche la platea degli “over 80”: in 139mila hanno fatto da soli (o aiutati da figli e nipoti). Un dato che, sommato ai 215mila modelli 730 precompilati inviati in autonomia dai settantenni, raggiunge quota 354mila, a testimonianza che i servizi telematici sono ormai diffusi in tutte le fasce di età.

Ai 730 precompilati trasmessi in autonomia dai cittadini si aggiungono poi oltre 100mila Unico Web che risultano già ricevuti a sistema e che fanno salire il totale della precompilata “fai da te” 2016 oltre quota 2 milioni. Sono 14 milioni, infine, le dichiarazioni 730 scaricate dai Caf e dagli altri intermediari dal sito dell’Agenzia.

Tag:, , , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.