Chiedono al governo di reperire subito le risorse

Contratto statali: cambiare le relazioni sindacali nel pubblico impiego, innovativa proposta dei segretari confederali

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

Stampa Stampa

07299l5w_statali_sciopero_jpg_871977061ROMA – “Cambiamo le relazioni sindacali nel pubblico impiego e cambiamo i contratti”: è la proposta lanciata al Governo da Serena Sorrentino, Giovanni Faverin, Giovanni Torluccio e Nicola Turco, segretari generali di Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl e Uil-Pa all’attivo unitario riunito a Roma con le segreterie regionali delle quattro federazioni di categoria.

REGOLE – “Vogliamo per pubblico e privato stesse regole sulla democrazia e stesse opportunità per la contrattazione- dicono – che vuol dire stesse responsabilità, ma anche stesse possibilità di sviluppo professionale e valorizzazione delle competenze. E stesso ruolo nel definire le regole del gioco. Per questo porteremo al governo la nostra proposta: un contratto innovativo che valorizzi il lavoro, riassegnando alla contrattazione la funzione di regolare condizioni e organizzazione del lavoro”.Poi c’è il nodo determinante delle risorse: “Il Governo trovi, già nel consiglio dei ministri di stasera, risorse adeguate per rinnovare il contratto a milioni di lavoratori pubblici che aspettano da 7 anni. Il contratto è un diritto, ma è anche lo strumento per garantire migliori servizi ai cittadini: con più produttività, più motivazione, più partecipazione”.

MOBILITAZIONE – Da oggi parte dunque la mobilitazione delle categorie di Cgil Cisl e Uil con una “maratona del lavoro pubblico”, un percorso di assemblee in tutti i posti di lavoro che attraverserà il paese, intramezzato da una maratona vera e propria a Roma, per sensibilizzare lavoratori e cittadini, arrivando ai palazzi della politica, sulla necessità di nuovi contratti e investimenti veri nell’innovazione per “servizi di qualità, più avanzati, più vicini alle persone”.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.