Europa League, girone J

La Fiorentina vince a Liberec (1-3) e vola in testa al gruppo. Doppietta di Kalinic e gol di Babacar. Pagelle (Foto)

di Sandro Bennucci - - Cronaca, Sport, Top News

Stampa Stampa
Babacar e Kalinic: i due attaccanti sono tornati a segnare

Babacar e Kalinic: i due attaccanti sono tornati a segnare

LIBEREC – Torna a segnare l’attacco: doppietta di Kalinic e gol di Babacar. La Fiorentina vince in Repubblica Ceka e vola in testa alla classifica del girone J: 7 punti e buonissime possibilità di qualificazione. Paok fermo a 4, battuto dal Qarabag (2-0) che lo raggiunge. Detto tutto questo, cito il mio migliore in campo: il portiere Tatarusanu. Determinante in avvio di partita e anche nella ripresa, quando la squadra di Sousa stava vincendo 2-1. Fiorentina resuscitata? Diciamo che è ripartita in Europa League, ma resta da vedere che cosa saprà combinare in campionato, domenica a Cagliari. Ovvio che la prestazione, complessivamente, dev’essere giudicata come buona, ma occorre tener conto della scarsa cifra tecnica del Liberec, che ha saputo manifestarsi soprattutto con un paio di giocatori, Breite (buon tiratore) e Sevcik (bravo a dimezzare lo svantaggio riprendendo una respinta di Tatarusanu). La difesa? Bravissimo il portiere, ma qualche spavento i difensori ce l’hanno fatto patire. A metà campo bene Cristoforo e Vecino, mentre Badelj ancora è un po’ in affanno. Discorso a parte per Borja Valero: non è in forma, stanco, sotto tono. Mi auguro di riavere presto il miglior Borja Valero. Sousa dovrà valutare bene le sue condizioni, anche psicologiche, prima di decidere la formazione per Cagliari. Nel finale Fiorentina senza punte: usciti Kalinic e Babacar è andato a fare il centravanti, o meglio il falso nueve (come dicono gli spagnoli) il tuttofare Bernardeschi. In sostanza, fatemelo dire, missione compiuta. Tuttavia, non bisogna esaltarsi troppo per il risultato anche se è utilissimo e fa fvare un bel balzo alla Fiorentina verso la qualificazione.

Kalinic: doppietta e grande speranza di tornare a far centro anche in campionato

Kalinic: doppietta e grande speranza di tornare a far centro anche in campionato

KALINIC – Fiorentina in maglia arancione, Slovan in tenuta azzurra. Sugli spalti seicento tifosi arrivati da Firenze con entusiasmo nonostante il periodo per nulla brillante. Larghi spazi vuoti nello stadio di Liberec Turn over? No. Resta fuori solo Bernardeschi, al suo posto un altro perno a metà campo: Cristoforo. E ancora: esterno sinistro Maxi Oliveira invece di Milic, opacissimo con l’Atalanta. Parte forte la Fiorentina. Kalinic ha subito una palla gol: che non sfrutta. Ma non passa molto tempo che lo stesso Nikola riesce ad agganciare la palla giusta. Azione partita da Babacar a tre quarti, pallone indirizzato a Borja intercettato però da un difensore e quel tocco involontario diventa un assist magnifico per Kalinic che anticipa tutti, colpisc e al volo e la manda dentro. Fiorentina in vantaggio. E Nikola che si è sbloccato. Altri due minuti e Kalinic va via sulla destra e si trova un’altra volta in zona gol. Il tiro conclusivo finisce a lato. Tre palle gol per Kalinic in dieci minuti. Non è tutto. Lo Slovan si scuote: al 17’ Tata deve uscire sui piedi di Sykora, che cade. I tifosi gridano al rigore. L’arbitro fa cenno di no. E ha ragione lui. Rovesciamento di fronte e Babacar potrebbe raddoppiare: non calcia con la dovuta convinzione e Dubrauka para con un sospiro di sollievo.

Badelj in azione

Badelj in azione

DOPPIETTA – Si distende in avanti la Fiorentina, Astori pesca Kalinic in area. L’attaccante aggira il portiere Dubrauka e la mette dentro. Doppio vantaggio per la Fiorentina che ora cerca di amministrare il gioco anche se rischia in un paio di occasioni. La difesa deve resistere all’assalto dei ceki. Maxi Oliveira si distingue nell’aiuto per i difensori. Duttile infatti la Fiorentina: passa dal 3-4-1-2 al 4-3-1-2. Con Maxi mobilissimo. Nel finale di primo tempo (43’) Tatarusanu si deve librare in aria per deviare una bella conclusione di Breite. Si va al riposo sul due a zero. Problemi? Non ne vedo, ma bisognerebbe chiuderla, magari con lo scopo di far riposare qualcuno in vista della difficilissima trasferta di domenica prossima a Cagliari.

L'esultanza dei giocatori della Fiorentina per una vittoria che fa morale

L’esultanza dei giocatori della Fiorentina per una vittoria che fa morale

BABACAR – In avvio di ripresa Slovan aggressivo. Gran parata di Tatarusanu (6’) sul solito Breite. Poi la sostituzione, giustissima e auspicata, di Kalinic con Tello. Che subito ha un’occasione, purtroppo non sfruttata. Poi l’errore difensivo. Karafiat di testa (12’) impegna Tata in un’altra grande parata in volo. Ma la sua respinta finisce sui piedi di Sevcik che batte a rete con decisione e infila Tatarusanu. Ahi, ahi. Perché lo Slovan riprende fiducia e vigore. Sousa prova a cambiare qualcosa. Fuori Cristoforo e in campo Bernardeschi. Ma la squadra di Sousa ora soffre. Tatarusanu compie un’altra gran parata. Salva il risultato, il portiere. E la Fiorentina ne approfitta: perché al 25’ riesce a segnare il terzo gol. Parte Tello, lo aiuta Borja che avanza bene, restituisce il pallone a Tello che trova Babacar bene appostato: capace di segnare il terzo gol. Si può respirare di sollievo? Non proprio: Bartl diventa pericolosissimo e sfiora il secondo gol per il Liberec. Esce Babacar ed entra Carlos Sanchez. Fiorentina praticamente senza attaccanti di ruolo. Bernardeschi falso nueve. Sousa non vuole correre rischi. Ma la vittoria viene portata in fondo. E con essa un bel primo posto in classifica con 7 punti, quindi tre di vantaggio sul Paok e sul Karabag che ha battuto i greci (2-0). Ripartenza? In Europa League sì. Ma ora bisogna ributtarsi sul campionato. Il Cagliari sarà un ostacolo certamente più duro del Liberec.

Slovan Liberec – Fiorentina

Slovan Liberec (4-2-3-1) Fiorentina (3-4-1-2) 
Dubravka5,5Tatarusanu7,5
Coufal6Tomovic6
Hovorka5,5Gonzalo Rodriguez6
Karafiat6Astori6
Sykora (nel st dal 23' Bartosak, 5,5)6,5Badelj6
Breite6,5Vecino6,5
Folprecht5,5Cristoforo (nel st dal 16' Bernardeschi, 6)6
Komplicenko (nel st dal 32' Markovic, sv)5Maxi Oliveira6,5
Sevicik6Borja Valero5,5
Vuch6Kalinic (nel st dal 7' Tello, 6,5)7
Navratil (nel st dal 26' Bartl, 6)5Babacar (nel st dal 33' Sanchez, 6)6,5
All.: TrpisovskyAll.: Paulo Sousa6,5
Arbitro:Gozu-Buiuk (Olanda)6
Marcatori:nel pt al 9' e al 23' Kalinic; nel st al 12' Sevcik e al 25' Babacar
NoteEspulso: Breite. Ammoniti: Karafiat, Navratil, Tomovic, Borja Valero, Bernardeschi

 

GIRONE J

Slovan Liberec-Fiorentina 1-3

Karabag-Paok Salonicco 2-0

Classifica

Fiorentina 7

Karabag 4

Paok Salonicco 4

Slovan Liberec  1

 

Tag:, ,

Sandro Bennucci

Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
sandro.bennucci@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.