L'ex presidente annuncia il ritiro dalla politica

Francia: Sarkozy escluso dalla corsa all’Eliseo. Al ballottaggio Fillon e Juppé

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa

(COMBO) This combination of pictures created on November 20, 2016 shows the winning candidates for the French right-wing presidential primary Francois Fillon (R) and Alain Juppe at htheior respective campaign headquarters after the vote's first round, on November 20, 2016 in Paris. / AFP PHOTO / Martin BUREAU AND Thomas SAMSON

PARIGI – Clamoroso flop dell’ex presidente Nicolas Sarkozy, escluso dalla competizione fra i Républicains per la corsa 2017 all’Eliseo già al primo turno. Tra una settimana il secondo turno deciderà chi sarà il candidato per l’Eliseo, con una sfida tra due ex premier: Francois Fillon, che parte super-favorito grazie all’exploit di ieri, e Alain Juppé, che ha già promesso di continuare la lotta. Sarà contento Silvio Berlusconi, che certo non ha dimenticato i risolini fra Sarkozy e la Merkel.

Per Fillon, ex premier durante il quinquennato di Sarkozy , (2007-2012), ieri è stato un plebiscito: a sorpresa ha ottenuto oltre il 44% dei voti. Domenica prossima conta di battere con facilità l’ ex premier di Jacques Chirac, Alain Juppé, che si è fermato al 28,6% dei suffragi. Le primarie di ieri, le prime nella storia della destra francese, hanno mobilitato quasi quattro milioni di partecipanti, anche molti elettori che non votano alle politiche per i Républicains. Sarkozy ha annunciando il suo ritiro dalla politica e il suo voto al ballottaggio per Fillon. In gioco ieri, d’altronde, c’era la prossima presidenza: chi vince domenica prossima sfiderà probabilmente al secondo turno delle presidenziali, il 7 maggio 2017, la leader dell’estrema destra del Fronte nazionale Marine Le Pen, visto che al centro-sinistra non vengono attribuite molte chances di superare il primo turno.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Un politico europeo che ha promosso “la primavera araba”, probabilmente senza aver letto la storia da Maometto in poi, si merita questo bel risultato

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.