Report dalla Borsa Internazionale del Turismo

Toscana a tutto Bit

di Valentina Porciani - - Eventi, Reportage

MILANO – Una Toscana tutta da scoprire, qui all’edizione 2013 della Borsa Internazionale del Turismo. 

Non solo arte, gusto e paesaggio. Quest’anno ad imporsi è la musica dei festival sul territorio e delle giovani jazz band , accanto ad un sistema di ospitalità sempre più avanzato: i veri punti di forza di una regione che, come in passato, non manca di distinguersi tra i padiglioni della Bit.

Ed è proprio la musica uno dei “cavalli di battaglia” con cui la Toscana scende in campo durante la fiera milanese. Con i suoi 10 milioni di euro di investimenti nel settore musicale, la regione si presenta al pubblico della BIT con un’offerta di oltre 6.000 concerti e spettacoli sul territorio, che ogni anno richiamano più di 1 milione e mezzo di spettatori e muovono un giro d’affari che sfiora i 30 milioni di euro.

Da Arezzo Wave al Maggio Musicale Fiorentino, dal Cortona Mix Festival al Festival Pucciniano, sono tante le manifestazioni presentate alla BIT per affermare l’eccellenza musicale toscana e cavalcare un nuovo trend turistico di sicuro richiamo. Dalle parole ai fatti, per quattro giorni (oggi si chiude) Milano è invasa da un ricco calendario di live e performance, con nomi di rilievo nel panorama musicale toscano ma anche nazionale.

Allo stand di “Toscana Promozione” – l’Agenzia che promuove lo sviluppo turistico della regione – lo staff non nasconde il proprio entusiasmo e la voglia di fare. Dallo sport ai luoghi della spiritualità, passando per i tradizionali percorsi legati all’arte, alla natura e al gusto, quello della musica è solo uno dei tanti fronti su cui la Toscana si muove. Come conferma il portavoce Davide Paterlini “L’obiettivo è di promuovere il territorio in tutta la sua ricchezza per farlo conoscere, ai turisti di casa e non, nelle sue molteplici sfumature”.

Ma quella della BIT 2013 è anche una Toscana “social” e multimediale. Accanto a speciali “contest” sui social network, organizzati dalle catene alberghiere come dalle associazioni locali, è soprattutto il settore dell’accoglienza turistica a voler cavalcare al massimo l’opportunità del web. Ne è un esempio il portale www.toscanaevents.it, presentato proprio in apertura della kermesse milanese dedicata al turismo, che mette a portata di click tutti i dettagli su sagre, eventi sportivi, manifestazioni culturali, festival e rassegne promosse all’interno della regione.

Anche la Federazione delle Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori della Toscana sceglie di giocare la carta del web marketing: alla BIT, l’associazione presenta infatti il progetto “Strade di Toscana in rete”. Un’iniziativa, realizzata in collaborazione con la Regione Toscana, che prevede tra l’altro l’installazione, in 11 località, di 25 totem interattivi collocati nelle piazze cittadine e nelle loro principali strutture ricettive.

Un sistema che permetterà ai turisti, italiani e stranieri, di conoscere in tempo reale quali sono i luoghi di interesse più vicini, le iniziative in corso sul territorio e nell’intera regione. Ma anche – grazie a un sistema di comunicazione integrata – di contattare direttamente gli alberghi e i ristoranti per trovare subito la sistemazione più adatta alle proprie necessità. Una marcia in più nella qualità dell’accoglienza turistica e nell’avvicinamento al lato più autentico delle realtà locali. Un progetto ambizioso, dunque, in piena fase di lancio: la speranza della Federazione è infatti quella che la “rete” dei totem possa allargarsi presto, raggiungendo anche le altre “Strade” non ancora coinvolte nell’iniziativa.

Tag:

Valentina Porciani

Valentina Porciani

Giornalista

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.