Presidio dei lavoratori sotto la sede

Protesta contro piano industriale della Kme: “275 esuberi inammissibili”

di stefania ressa - - Cronaca

Sede della Kme in via De' Barucci

Sede della Kme in via De’ Barucci

FIRENZE – I lavoratori (in sciopero) della Kme, colosso mondiale di produzione del rame, hanno presidiato questa mattina la sede centrale dell’azienda in via De’ Barucci. Lanciando l’ennesimo grido d’allarme poichè convinti – insieme ai sindacati – che il piano industriale dell’azienda, il quale non prevederebbe il pieno mantenimento produttivo in Italia auspicabile soltanto attraverso la conservazione del Forno Asarco di Fornaci di Barga e dello stabilimento di Serravalle Scrivia, non possa essere giudicato credibile. “Bisogna piuttosto puntare in maniera decisa sui siti e sugli impianti italiani – avanza Antonio Quoti, Rsu Kme Firenze – perchè soltanto in questo modo si ripenserebbe ai 275 esuberi annunciati. Il piano industriale presentato dalla Kme pesa sul futuro produttivo e occupazionale di tutti i siti del Paese, compromettendone la loro stessa sopravvivenza”.

Protesta dei lavoratori sotto la sede della Kme

Protesta dei lavoratori sotto la sede della Kme

Nonostante le istituzioni abbiano incentivato il dialogo al quale l’azienda si è mostrata disponibile nel corso di un incontro in Regione la scorsa settimana, il timore condiviso dai dipendenti – 120 cassaintegrati soltanto a Firenze, di cui 9 a casa a zero ore e la parte restante impiegata due giorni al mese – e dalle sigle sindacali è che la Kme lanci soltanto “proposte di facciata”.

“Pretendiamo chiarezza – alzano la voce i lavoratori – quella che al momento non c’è. Molti di noi hanno una famiglia e un mutuo da pagare. Non è affatto semplice, nè giusto che siano chiesti sacrifici e impegni soltanto a quelli in fondo alla catena. Lavorativamente parlando non c’è stato mai dato alcun riconoscimento e se l’avvenire dell’azienda è incerto è per volontà interne”. “Cerchiamo – lanciano un appello i dipendenti – qualcuno che voglia investire in Italia se non altro per l’efficienza che garantiamo”.

Di seguito l’intervista ad Alessio Alberighi, Kme Rsu Firenze.

stefania ressa

stefania ressa

Giornalista
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: