Fantappiè: "ripercussioni negative sul servizio"

Uiltrasporti non firma l’accordo del Tpl con la Regione

Luca Ceccobao, assessore regionale al Trasporto e alle Infrastrutture
Luca Ceccobao, assessore regionale al Trasporto e alle Infrastrutture
Luca Ceccobao, assessore regionale al Trasporto e alle Infrastrutture

FIRENZE – “La Uiltrasporti Toscana non concorda la riforma del TPL in Toscana così come previsto dal verbale del 18 febbraio 2013 firmato dall’assessore Ceccobao e dalle altre organizzazioni sindacali (vedi qui)“. A sostenerlo è Paolo Fantappiè, segretario generale Uiltrasporti Toscana che aggiunge: “in coerenza con quanto sempre sostenuto, dopo la non condivisione del precedente accordo del 15 giugno 2012, dopo due scioperi regionali effettuati da soli sempre nel 2012, continua il nostro dissenso ad una riforma del trasporto pubblico su gomma che l’assessore Ceccobao si ostina a fare da solo in Toscana nonostante che in tutta l’Italia ancora non se ne parli”.

Quella che l’assessore regionale al Trasporto e alla Mobilità Ceccobao ha definito una conquista importante che mette di nuovo al centro l’occupazione nel trasporto pubblico locale, ha invece suscitato la perplessità e la preoccupazione di Fantappiè. “E’ una riforma che vedrà per i prossimi anni meno circa 30 milioni di euro all’anno stanziati per il comparto rispetto al 2009 e con probabili ripercussioni negative sul servizio, sulle garanzie future occupazionali e sul mantenimento delle residenze lavorative dei dipendenti del settore – ha detto il sindacalista -. Perciò come Uiltrasporti temiamo, a fronte della mancanza di risorse finanziarie, un taglio sul servizio in particolare extraurbano di circa il 20-25 % e tagli importanti di posti di lavoro”.

“Ci aspettavamo una maggiore cautela prima di partire con una riforma così invasiva e senza chiare e precise garanzie per l’utenza ed i lavoratori. Siamo consapevoli del momento difficile che sta attraversando il mondo del lavoro e dell’economia – ha poi concluso Fantappiè – ma non condividiamo che ciò si scarichi sempre sui soliti noti”.

 

 


stefania ressa

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080