Incontro previsto per il 4 aprile

Ecco i magnifici 4 della delegazione trattante con la Rsu dei dipendenti comunali

Palazzo Vecchio
Palazzo Vecchio
Incontro tra Palazzo Vecchio e la Rsu previsto per il 4 aprile

FIRENZE – E’ stata approvata martedì 19 marzo la delibera numero 63 per la costituzione della delegazione trattante con la Rsu dei dipendenti comunali. A confermarlo è il consigliere comunale Tommaso Grassi che insieme ad Ornella de Zordo aveva sollevato un’interrogazione denunciando un blocco nei rapporti tra Palazzo Vecchio e lavoratori. I ‘magnifici quattro’ del gruppo che il prossimo 4 aprile (la data non è stata tuttavia confermata ufficialmente) incontreranno probabilmente i sindacati per parlare del contenzioso tra i dipendenti comunali e l’amministrazione riguardo il taglio degli stipendi saranno: Giuliana Danti (Direzione Risorse Umane), Antonella Manzione (Direttore generale e già comandante della Polizia Municipale), Giacomo Parenti (Coordinamento Sviluppo Urbano) e Patrizia De Rosa (segreteria generale Affari Internazionali). “Manca soltanto la firma di Renzi – fa sapere Grassi – che come è noto ha ormai la delega al Personale”.

“Non capisco quanto ci voglia a firmare un documento – affonda Mauro Comi, Cgil -; Renzi è a Roma a parlare di lavoro ma per i lavoratori non sta facendo nulla. Non posso confermare l’incontro del 4 aprile perchè non ci è stata comunicata nemmeno l’approvazione della delibera e questo la dice lunga sui rapporti all’interno di Palazzo Vecchio. Però è possibile che martedì 26 marzo incontreremo una commissione consiliare per parlare della vertenza”. Intanto, è confermato lo sciopero di domenica 24 marzo sul quale le sigle sindacali forniranno maggiori dettagli nei prossimi giorni.

matteo renzi, palazzo vecchio, sindacati


stefania ressa

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080