Ed è subito satira

Renzi rottama facebook e twitter dal suo smartphone

Il sindaco di Firenze Matteo Renzi
Il sindaco di Firenze Matteo Renzi
Il sindaco di Firenze Matteo Renzi

FIRENZE – Mentre papa Francesco sbarca su twitter e mostra la sempre più palese vicinanza della Chiesa alla tecnologia, Matteo Renzi decide – proprio sui social network – di fare un passo indietro; “rottamando” facebook e twitter. Malgrado fossero il suo principale strumento di comunicazione, il sindaco di Firenze – che conta più di 400mila followers sia sull’uno che sull’altro spazio virtuale – ha deciso di darci un taglio eliminando dal suo smartphone le due applicazioni.

I profili, da oggi, saranno aggiornati solo da una postazione pc o dettando un post al telefono al suo staff. E pensare che è stato proprio Renzi a dettare i temi dell’agenda politica usando Facebook. “Mi avevano detto che sto troppo attaccato al cellulare”, ha detto, commentando la sua inversione di rotta.

Social network o meno tuttavia, Matteo Renzi resta – secondo un recente sondaggio – uno dei politici italiani più seguiti: pare che il 49% degli italiani abbia fiducia in lui. E seppure il rottamatore abbia smesso di ‘cinguettare’ non ha tardato ad arrivare la botta e risposta in 140 caratteri che non l’ha risparmiato da satira e critiche. Paolo scrive: “meno male che abbiamo visto il sondaggio, altrimenti mi sarei preoccupato”. Ancora: “Con la sua faccia per bene, innocua come un uccellino – affonda Barbara – che se finisce nella turbina fa esplodere il motore”. “C’è crisi, gli italiani sono disperati. Si aggrappano a tutto, anche a Matteo Renzi”, ironizza con una punta di polemica Alessandro. C’è, infine, chi scommette sulla resistenza del rottamatore lontano dal web: “Sono sicuro che a breve lo rivedremo a smanettare”, commenta Marco.

facebook, matteo renzi, Papa Francesco, twitter


stefania ressa

Giornalista

Commento

  • non ho voato alle primarie di roma e dove per sentimento ho votato Renzi ma non voglio che lui diventi il bersaglio mobile della mancanza di capacità di sensibilità e aggiornamento del PD:Non sono andata a votare alle primarie per scegliere il candidato per la scelta del sindaco:avrei voluto mi proponessero Barca.Basta! e basta a Renzi che accetta,accoglie tutte le provocazioni di chi non ha lacapacità,la volgia di crescere.!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080