Il verdetto dopo giorni di polemiche

Lite con Galliani in tribuna, quattro Daspo

di Redazione - - Sport

FIRENZE – La lite di domenica durante la partita Fiorentina-Milan costa il divieto di accedere alle manifestazioni sportive per quattro tifosi viola che al Franchi hanno contestato Adriano Galliani, costringendolo ad abbandonare la tribuna vip dello stadio.

Due “daspati” sono stati anche denunciati e il deferimento è stato sancito per 3 anni, per altri due tifosi il Daspo ha valenza di un anno.

Nei giorni scorsi i tifosi viola erano stati messi nel mirino dai vertici del calcio italiano.

Da questa mattina sono in corso le notifiche dei provvedimenti di divieto di partecipazione alle manifestazioni sportive emesse dal Questore di Firenze Francesco Zonno a carico di quattro fiorentini coinvolti negli episodi di contestazione di domenica scorsa, in occasione dell’incontro di calcio Fiorentina-Milan, nei confronti dell’amministratore delegato della squadra ospite.

Durante lo svolgimento della manifestazione calcistica, disputatasi allo stadio Artemio Franchi, alcuni tifosi fiorentini hanno protestato nella tribuna centrale dello stadio contro la dirigenza milanista, che stava assistendo all’incontro in quel settore.

Nel frangente alcuni spettatori hanno dato luogo ad un lancio di oggetti, in prevalenza fogli di giornale accartocciati, nei confronti dell’amministratore delegato della squadra ospite, mentre uno spettatore, nel tentativo di raggiungerlo, ha scavalcato il muretto che separa la tribuna centrale dal palchetto riservato alle autorità, non riuscendo nell’intento grazie all’intervento del personale di sicurezza.

Da un attento esame dei filmati, ripresi dalla telecamera dell’impianto di videosorveglianza dello stadio, nonché dalla successiva verifica effettuata tramite l’ufficio della Fiorentina preposto all’emissione dei biglietti, che conserva i dati degli abbonati con l’indicazione del posto assegnato, è stata possibile l’identificazione degli autori delle violazioni alla legge 401/89.

Nello specifico sono stati emessi quattro provvedimenti DASPO rispettivamente della durata di tre anni per due soggetti responsabili del lancio di materiale pericoloso e del superamento indebito di separazione dell’impianto – in base a quanto previsto dall’articolo 6 bis della legge 401/89 – e della durata di un anno nei confronti di un soggetto responsabile del tentativo di scavalcare il muretto che separa la tribuna centrale dal palchetto riservato alle autorità e di un altro fiorentino per la contestazione nei confronti del dirigente rossonero, placata solo dal tempestivo intervento di un agente di polizia.

 

Tag:,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: