Montella: “Polemiche eccessive, ora si pensi solo all’Atalanta”

Vincenzo Montella ha bollato come inevitabile la cessione del serbo
Toni si aggiunge alla lista degli assenti che già comprendeva Jovetic, Savic e Tomovic
Toni si aggiunge alla lista degli assenti che già comprendeva Jovetic, Savic e Tomovic

FIRENZE. Vincenzo Montella dice che vuole voltare pagine e pensare solo all’Atalanta (“è troppo impotante, il vero crocevia della nostra stagione che ci farà capire il reale obiettivo”) ma una battuta sui fatti di Fiorentina-Milan la regala. “Galliani dice che vuol tornare a Firenze solo con la scorta? Importante è che la paghi lui. In assoluto posso dire che è stata tirato in ballo una società ed una tifoseria che in quanto a fair-play si è sempre distinta sulle altre. Ho trovato tutto ciò fuori luogo”.

Ora, testa alla gara di domani sera (20,45) a Bergamo, però. Anche perchè l’emergenza in casa viola è totale: neppure Toni è stato convocato mentre Pasqual partirà con la squadra ma resta in dubbio. ”Abbiamo altri giocatori che possono sostituire chi non c’è, anche se hanno caratteristiche diverse. Importante è non trovare alibi”.

Gi, perché a detta del tecnico napoletano, la gara sarà tutt’altro che facile. ”L’Atalanta ha una grandissima organizzazione difensiva e a grandi giocatori in attacco come Denis e Bonaventura. Domenica scorsa a Milano ha dimostrato poi di rispecchiare il carattere di Colantuono, uno che non si arrende mai”.

Battuta finale sull’Europa League, che secondo Montella non deve essere considerato l’obiettivo mimimo: ”Sarebbe un grande traguardo arrivarci perché noi facciamo mercato con ricavi che sono nettamente inferiori a quelli di altre sei-sette squadre. Quindi, guai a sminuirlo”. Fermo restando che il sogno rimane la Champions League.

Fiorentina, Montella


Massimiliano Mugnaini

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080