Franchi, via la barriere: verso il modello all’inglese

Lo stadio di Firenze è intitolato ad Artemio Franchi

 

ovetic resta a rischio per il Torino
Jovetic resta a rischio per il Torino

L’annuncio ufficiale è stato dato oggi pomeriggio in una conferenza stampa in un cinema cittadino: dal prossimo anno il Franchi non avrà più le barriere. “Vogliamo dare – ha dichiarato il direttore operativo Baiesi –  concretezza ai nostri progetti per investire e migliorare lo stadio: sono maturati i tempi per abbattere le barriere grazie anche ai nostri tifosi”.

Gli stessi tifosi che ora potranno comunque decidere come vogliono il loro stadio attraverso una votazione. “Potremo adottare – ha aggiunto il dirigente del club – il  modello all’inglese con i posti a ridosso del campo – quindi privilegiando l’aspetto emotivo – o il modello sul quale abbiamo lavorato in maratona, che privilegia la visuale degli spettatori”.

Stando ai primi rumors, lo stadio dvienterà all’inglese: tutti, a inizare dal ds Pradè, sembrano preferire questa soluzione. Resta da vedere con queste migliorìe che saranno apportate al Franchi cosa cambia per il progetto del nuovo impianto da realizzarsi nell’area Mercafir: indiscrezioni davano vicino lo sblocco della situazione ma per il momento si lavorerà dunque sul “maquillage” del vecchio impianto.

Che domenica ospiterà il match della Fiorentina contro il Torino, una gara chiave per la qualificazione Champions. Dalla seduta di oggi, Montella- che non avrà lo squalificato Pasqual – pare certo di recuperare Toni, mentre per Jovetic ci sono ancora dubbi: il montenegrino si è allenato di nuovo a parte.

Fiorentina, Jovetic


Massimiliano Mugnaini

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080