Skip to main content
Per non dimenticare le vittime del terrorismo

Memorial Day dei poliziotti per le vittime del terrorismo

21 maggio, Memorial Day
21 maggio, Memorial Day

FIRENZE – Una marcia da via dei Georgofili per ricordare tutti coloro che hanno perso la vita nella strage del ’93. Oggi, 21 maggio, è il giorno dedicato alla memoria delle vittime del terrorismo. E quest’anno – a vent’anni dalla strage dei Georgofili – il Memorial Day ha un sapore diverso, forse più amaro. Ad organizzarlo, il Sindacato Autonomo di Polizia di Firenze diretto dal segretario provinciale Antonio Baldo, in collaborazione con l’associazione Cerchio Blu e la PSA Group.

L’evento, che ha avuto luogo all’interno della Caserma Duca d’Aosta sede dell’VIII Reparto Mobile della Polizia di Stato alla presenza delle massime cariche istituzionali Provinciali, ha come obiettivo la promozione di valori culturali e sociali. Promozione, annualmente promossa dal Sindacato Autonomo di Polizia sull’intero territorio Nazionale allo scopo di sensibilizzare i diversi soggetti della società civile sul tema della legalità, tutelando la memoria di quanti su diversi fronti, hanno sacrificato la propria vita nella lotta alla criminalità ed all’eversione in nome della libertà.

La marcia per il Memorial Day
La marcia per il Memorial Day

Alle ore 9,00 è stata depositata una corona in via dei Georgofili in ricordo delle vittime del vile attentato di stampo mafioso del 27 maggio 1993. Sempre da via dei Georgofili, i podisti della Polizia di Stato e del Gruppo Sportivo della Polizia Municipale, hanno marciato lungo il “percorso della Memoria”. Scortati da pattuglie motomontate della Polizia di Stato e della Polizia Municipale, sono giunti fino al Poggio Imperiale, sede dell’VIII Reparto Mobile di Firenze.

Alle ore 10,00 è seguita la deposizione di una corona al monumento dedicato ai caduti della Polizia di Stato presso VIII Reparto Mobile di Firenze (largo E. Fermi) e una breve commemorazione.

E’ in corso, in queste ore, il saluto di benvenuto, all’interno dell’aula Studi dell’VIII Reparto Mobile, rivolto a tutti i partecipanti, nell’ occasione interverranno come invitati:

Lorenzo Conti, figlio di Lando Conti che nel pomeriggio di lunedì 10 febbraio 1986, nella zona di Ponte alla Badia (dove oggi gli è stata intitolata una via), fu assassinato con diciassette colpi di pistola. Nella stessa serata con una telefonata anonima ad un giornale milanese le Brigate Rosse – Partito Comunista Combattente (BR-PCC), rivendicarono l’attentato.

Angelo Corbo, poliziotto sopravvissuto all’attentato di Capaci dove persero la vita il Giudice Falcone, sua moglie, e gli uomini della scorta.

Graziano Lori in rappresentanza dell’Associazione Cerchio Blu.

Per l’ottavo anno consecutivo il SAP ha ricevuto, in qualità di Sindacato promotore dell’evento, la medaglia di rappresentanza conferita dalla Presidenza della Repubblica. Si tratta di un riconoscimento straordinario e soprattutto unico nella storia del sindacalismo di Polizia, per l’elevato numero di medaglie assegnate. Una manifestazione, quella del Memorial Day, che si svolge oramai da venti anni. La prima edizione fu realizzata soltanto 12 mesi dopo le terribili stragi di Capaci e Via D’Amelio in cui persero la vita i giudici Falcone e Borsellino, unitamente ai colleghi in servizio di scorta: Vito Schifani, Rocco Di Cillo, Antonio Montinaro, Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Claudio Traina e Emanuela Loi. Oggi, ricorda in particolare la terribile strage dei Georgofili.

Polizia, Sicurezza, strage georgofili


Sandro Addario

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741