Ecco tutte le modifiche alla circolazione stabilite dal Comune

Piazza San Firenze cambia volto: da domani diventa pedonale

di Giulia Ghizzani - - Cronaca

Piazza San Firenze diventa pedonale

Piazza San Firenze diventa pedonale

FIRENZE – Stop al traffico e allo smog. Un’altra zona centrale di Firenze diventa pedonale e va a sommarsi alle altre aree off-limits della città. Si tratta di piazza San Firenze, che da domani sarà classificata come A: divieto quindi assoluto di transito veicolare e di sosta, mentre la corsia di collegamento tra via del Proconsolo e via dei Leoni e tra via Anguillara e via della Condotta sarà di tipo B. Qui potranno circolare una serie di mezzi, tra cui taxi, bus del trasporto pubblico e altri autorizzati.

Per rendere fruibile al massimo la zona, e garantire il rispetto del piano di pedonalizzazione, al progetto si accompagnerà una riorganizzazione complessiva dei flussi viari del centro storico in questione, a cominciare dalla modifica della disciplina dell’area pedonale di Borgo dei Greci (tratto piazza San Firenze-via del Parlagio), dall’inversione del senso di marcia in via della Vigna Vecchia (tratto fra piazza San Firenze a via dell’Acqua) cui si aggiungerà anche quella di via dei Magalotti.

In dettaglio Palazzo Vecchio fa sapere che sarà istituita l’area pedonale di tipo B anche in via del Proconsolo (tratto via Ghibellina-piazza San Firenze), via dell’Anguillara (tratto via dell’Acqua-piazza San Firenze ), via dei Leoni, via dei Castellani, via della Vigna Vecchia (tratto via dell’Acqua-piazza San Firenze), via Filippina, via Borgognona, Borgo dei Greci (tratto via del Parlagio-Volta dei Peruzzi), via dei Rustici (tratto via Vinegia-piazza dei Peruzzi), via Vinegia, via dei Magalotti, via del Parlagio, via del Corno, via delle Brache (tratto Canto Rivolto-piazza dei Peruzzi), Canto Rivolto.

Attenzione: all’interno delle strade appena elencate, il passaggio dei mezzi è consentito ai veicoli normalmente autorizzati dalle regole che disciplinano le altre aree pedonali di tipo B, fra cui i taxi, i veicoli del trasporto merci dalle 6 alle 9 del mattino, i veicoli dei residenti dalle 6 alle 9.30 e dalle 18 alle 19.30, i veicoli a servizio di persone con gravi difficoltà di deambulazione e in possesso del contrassegno disabili, i ciclomotori elettrici, a cui si sommano i mezzi dei clienti delle attività ricettive solo per carico/scarico dei bagagli e quelli diretti e in uscita dalle autorimesse commerciali situate all’interno della zona pedonale. Come già accade nelle altre zone pedonali del centro, al divieto di transito si aggiunge poi anche il divieto di sosta, mentre per i residenti negli orari di accesso è consentita anche la sosta per il carico e scarico.

E le due ruote? Per quanto riguarda i posti per la sosta a due ruote, sono state individuate dall’amministrazione aree a parcheggio in via del Proconsolo – tratto dal numero civico 10 a via Pandolfini ma solo dalle 8 alle 20, mentre in orario notturno potranno sostare solo i veicoli dei residenti in Ztl – e in piazza dei Peruzzi (il tratto compreso tra il numero civico 4 e via Bentaccordi sarà destinato alla sosta di ciclomotori e motocicli). In via del Proconsolo saranno individuati anche due spazi sosta riservati agli invalidi. Per concludere, in piazza San Firenze è prevista l’istituzione di un posteggio per le biciclette, con la collocazione di apposite rastrelliere.

Per consentire ai ciclomotori e motocicli di raggiungere il parcheggio sul lungarno Diaz da domani e finché rimarrà l’attuale senso di marcia sui lungarni Acciaiuoli e Diaz (ovvero fino al termine dei lavori di riqualificazione dell’incrocio Ponte Santa Trinita-lungarno Corsini-lungarno Acciauoli previsto per il 15 giugno), sarà invertito il senso di via dei Saponai.

Tag:,

Giulia Ghizzani

Giulia Ghizzani

Giornalista

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.