Renzi tra Maggio Musicale e Grandi Uffizi

L'orchestra del Maggio Musicale Fiorentino
L’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino

FIRENZE – Un appello sul Maggio Musicale, un augurio sugli Uffizi. Si è soffermato a parlare con i giornalisti il sindaco di Firenze Matteo Renzi, sul tavolo la cultura del capoluogo toscano.

«Spero che sul Maggio Fiorentino non si giochi una partita politica -ha detto il sindaco- La partita non mi riguarda ma sono pronto a dare una mano. Se il governo, dal 2004, avesse mantenuto gli impegni, il Maggio oggi sarebbe in pareggio. Invece ha tagliato il Fus». In merito alla crisi del Maggio Renzi ha spiegato che «il ministro Bray si prende la responsabilità  di trovare altre soluzioni rispetto alla liquidazione coatta amministrativa dell’ente proposta giorni fa dal commissario Francesco Bianchi. Auguro buon lavoro al ministro della Cultura».

Quindi un po’ di ottimismo: «il Maggio inteso come orchestra e coro non rischia la fine: rischia la fine un modello amministrativo per il quale si sono assunte 48 amministrativi senza concorso, quando ne bastavano 6. Secondo me, l’unico modo per salvare il Maggio resta la liquidazione coatta amministrativa. Ma se il Ministro si assume la responsabilità di trovare altre soluzioni, noi diamo il massimo tifo e supporto».

Il cantiere dei Grandi Uffizi
Il cantiere dei Grandi Uffizi

Ed eccoci agli Uffizi. Quella del completamento dei Grandi Uffizi «è una vicenda complicata ma siamo fiduciosi di poterla risolvere entro la fine del mio primo mandato» si è augurato il primo cittadino. Il Comune punta ad avere i soldi sufficienti per completare i lavori: «Servono 38 milioni di euro e io ho già posto il problema al presidente Letta e al ministro Bray. Un paese civile è un paese che finanzia il completamento dei Grandi Uffizi».

 

maggio, renzi, uffizi


Massimiliano Mantiloni

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080