Skip to main content

L’interesse del Paese

Ieri 10 luglio il Senato e la Camera hanno votato a maggioranza la sospensione di un giorno dei lavori delle due assemblee, richiesta dal Pdl per decidere come muoversi in relazione alla decisione della Cassazione di fissare al prossimo 30 luglio l’udienza del processo Mediaset, che vede imputato Silvio Berlusconi. A favore hanno votato Pdl, Pd e Scelta civica. Contrari invece M5S, Sel e Lega. Questo il commento della senatrice fiorentina del Pd Rosa Maria Di Giorgi.

«Il Pd si conferma l’unica forza attenta all’interesse del Paese e non poteva fare diversamente il capogruppo in Senato Luigi Zanda, se non smorzare le tensioni che mettevano a rischio la stessa tenuta del Governo.

Abbiamo accettato il calendario dei lavori, concordato a maggioranza nella riunione dei Capigruppo e, di fronte all’irresponsabilità del Pdl, che aveva chiesto tre giorni di stop dei lavori parlamentari, attento solo alle questioni giudiziarie di Berlusconi, e al vergognoso cabaret del M5S e di Grillo, dal Pd è arrivato l’ennesimo segnale di serietà istituzionale.

I lavori sono stati sospesi per un pomeriggio per consentire ai senatori del Pdl di discutere approfonditamente la vicenda. Mi auguro che riescano a recuperare lucidità e senso delle istituzioni, scindendo le vicende giudiziarie del Cavaliere dall’emergenza che sta attraversando l’Italia».

pd, pdl


Rosa Maria Di Giorgi

Senatore della Repubblica
redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741