I risultati della lunga ricerca saranno presto pubblicati

Tumori, sintetizzate a Siena nuove molecole contro il cancro

Tumori: sintetizzate a Siena nuove molecole contro cancro
Tumori: sintetizzate a Siena nuove molecole contro cancro

SIENA – Un significativo risultato raggiunto in Toscana e che potrà portare – almeno questa è la speranza – nuovi importanti risvolti in campo oncologico. Sono state sintetizzate a Siena nuove molecole peptidiche in grado di colpire le cellule tumorali e adatte per essere impiegate nello sviluppo di nuovi farmaci, in particolare contro il cancro del colon, del pancreas e della vescica.

La scoperta è stata effettuata dal gruppo di ricerca del dipartimento di Biotecnologie mediche dell’Ateneo senese. I nuovi peptidi, chiamati Nt4, sintetizzati in firma tetra-ramificata, sono risultati in grado di trasportare farmaci, indirizzandoli selettivamente sulle cellule tumorali e rendendoli più efficaci nella riduzione di tumori in modelli sperimentali.

I risultati della ricerca, finanziata dall’associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc) e dall’istituto toscano tumori, saranno pubblicati presto sulla rivista della ‘American chemical society, journal of medicinal chemistry’.

Comprensibile l’orgoglio dello staff, impegnato a 360 gradi nel progetto. ”Da anni – spiega la responsabile della ricerca, Luisa Bracci – gli obiettivi del nostro lavoro di ricerca sono la creazione e lo sviluppo di peptidi per la diagnostica e la terapia di malattie umane. Studiamo le applicazioni dei peptidi in vari campi, dalle malattie infettive alla neutralizzazione di tossine, fino al ‘bersagliamento tumorale’ per scopi diagnostici e terapeutici”.

“Il risultato ora raggiunto – prosegue – ci riempie di soddisfazione, in quanto consente un decisivo passo in avanti in questo specifico settore di studi ed è in linea con le tendenze più avanzate della ricerca internazionale in campo oncologico, sempre più indirizzata verso la identificazione di bersagli presenti selettivamente nei tessuti tumorali, al fine di sviluppare i cosiddetti farmaci intelligenti, in grado di non danneggiare i tessuti sani”.

medicina


Giulia Ghizzani

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080