Crescita Pil +0,8% nel 2014

Confartigianato Toscana, ritorno a stato pre-crisi nel 2021

Confartigianato Toscana la crisi affossa la ripresa delle imprese
Confartigianato Toscana la crisi affossa la ripresa delle imprese

FIRENZE – L’economia regionale tornerà alla situazione pre-crisi soltanto nel 2021. Emerge da una ricerca di Confartigianato Imprese della Toscana. Questo se il dato di crescita annuo del Pil previsto in Toscana per il 2014 (+0,8%) si manterrà costante.

«Il mercato interno non riparte -ha spiegato Giovan Battista Donati, presidente di Confartigianato Imprese Toscana –Nell’ultimo non diminuisce più il numero delle aziende ma non facciamoci ingannare: diminuiscono i dipendenti, perché le aziende chiudono e i loro dipendenti, specie nell’edilizia, da imprese di 10 persone fondano più imprese di una singola persona». Inoltre il 30% di queste chiude quasi immediatamente. E’ necessario da parte delle istituzioni uno sforzo maggiore per rilanciare l’economia.

La Confartigianato che parla anche di come razionalizzare la spesa pubblica. Se la Toscana registrasse la stessa spesa del personale per funzioni generali di amministrazione di gestione di Puglia ed Emilia Romagna (le due regioni più vicine per dimensioni), si otterrebbe una diminuzione della pressione fiscale locale pari a 127 milioni; una cifra che, tradotta in minore pressione fiscale, equivarrebbe a una riduzione del 56,2% della addizionale comunale o del 39,2% dell’Imu prima casa.

crisi, economia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080