Si conta di recuperare 7.000-10.000 euro

Sanità, controlli sui furbetti del ticket nell’empolese

di Redazione - - Cronaca, Salute e benessere

Controlli sui ticket sanitari nell'empolese-valdelsa

Controlli sui ticket sanitari nell’empolese-valdelsa

EMPOLI – L’Asl 11 di Empoli conta di recuperare tra i settemila e i diecimila euro grazie ad alcuni controlli relativi al mancato pagamento del ticket per le prestazioni sanitarie.

53 i verbali redatti dalla guardia di finanza: si va da un’ammenda minima di 49,40 euro (18,60 per ticket non pagato, 18,60 di sanzione, 7,20 per recupero spese di notifica e 5 per recupero spese amministrative) a un massimo di 1.753,20 euro (870 per ticket non pagato, 870 di sanzione, 7,20 per recupero spese di notifica e 5 per recupero spese amministrative).

La guardia di finanza ha avviato i controlli nel 2008 e questa prima tranche rientra nei dati per gli anni 2011 e 2012. Prossimamente saranno avviati ulteriori 250 accertamenti che verranno svolti direttamente dalla Asl 11 sulla base di un report di incrocio dati fornito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze su coloro che si sono autocertificate per il rilascio degli attestati di esenzione nell’anno 2011. Attenzione non solo su chi non paga il ticket, ma anche su chi non ha disdetto le visite prima di 48 ore dall’appuntamento e per chi non ha ritirato i referti. I controlli dell’azienda verranno eseguiti sul 15% di 18mila persone rientranti nella fascia di esenzione ticket che si sono autocertificate e non rientrano nel database nazionale Sogei, quello dove confluiscono tutte le dichiarazioni dei redditi.

Tag:,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: