Punto da calabrone rischia di morire

Un calabrone simile a quello che ha punto il giardiniere 37enne fiorentino
Un calabrone simile a quello che ha punto il giardiniere 37enne fiorentino

FIRENZE – E’ stato salvato, ma se l’è vista davvero brutta un uomo di 37 anni a Firenze. E’ stato punto da un calabrone rischiando la morte. L’uomo, un giardiniere fiorentino, è riuscito a chiamare il 118 prima di svenire: i sanitari, durante il trasporto all’ospedale di Torregalli, gli hanno iniettato l’adrenalina che ha impedito lo choc anafilattico. E’ accaduto al Galluzzo, il 37enne è stato ricoverato e poi dimesso dopo un giorno.

L’episodio è stato reso noto dall’Asl 10 di Firenze, presso il cui centro specializzato in allergie al veleno degli imenotteri (insetti tra cui sono ricompresi calabroni, api e vespe) l’uomo sarà ora preso in cura. Il giardiniere è stato punto al naso dal calabrone: ha iniziato ad avere difficoltà a respirare fino a perdere conoscenza, riuscendo comunque a telefonare al 118. Ora sarà appunto preso in cura dal centro della Asl, una task force, attiva dal 1985 presso Torregalli nell’ambito dell’allergologia e dell’immunologia clinica, divenuta punto di riferimento per la Toscana. Alla struttura si rivolgono in media ogni settimana 6 pazienti allergici al veleno di un imenottero, e più di 600 persone ogni mese effettuano l’apposita vaccinazione.

118, sanità


Massimiliano Mantiloni

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080