Per garantire le cure per le urgenze e le malattie croniche

Sangue, Marroni: «Donatelo prima di andare in ferie»

di Massimiliano Mantiloni - - Cronaca, Salute e benessere

Donare il sangue è un gesto di civiltà

Donare il sangue è un gesto di civiltà

FIRENZE – Le buone azioni salvano la vita, la propria e quella degli altri. «Prima di partire per le ferie, andate a donare il sangue. Le malattie non vanno in vacanza, e di sangue c’è sempre grande necessità». E’ l’appello che l’assessore al diritto alla salute Luigi Marroni ha rivolto ai donatori toscani alla vigilia delle ferie, quando, come ogni anno, il sistema sanitario toscano si pone il problema di garantire prestazioni sanitarie adeguate a chi in agosto è ricoverato in ospedale ed ha bisogno di cure.

Un’adeguata disponibilità di sangue e plasma è un presupposto irrinunciabile per assicurare un gran numero di cure appropriate, sia in regime di urgenza (interventi chirurgici, traumi, trapianti, parti), sia per le malattie croniche (tumori, e patologie delle persone anziane).

«E’ la consapevolezza dell’importanza che la donazione del sangue riveste nel sistema sanitario toscano –ha detto l’assessore Marroni- che mi spinge a rivolgermi direttamente ai donatori di sangue per garantire anche quest’anno un normale funzionamento dei nostri ospedali anche in estate. Negli anni passati siamo riusciti in questo intento e sono sicuro che anche nel 2013, lavorando tutti insieme trasfusionisti, istituzioni, donatori, riusciremo ad ottenere questo importantissimo obiettivo, segno di grande civiltà e testimonianza di una comunità solidale».

Per donare il sangue è sufficiente essere maggiorenne, in buona salute e pesare più di 50 chili. Il sangue si può donare in tutte le strutture trasfusionali degli ospedali o presso le unità di raccolta gestite dalle associazioni.

Tag:,

Massimiliano Mantiloni

Massimiliano Mantiloni

Giornalista
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: