Skip to main content

Carceri, detenuto suicida nel penitenziario di Prato

Il carcere della Dogaia di Prato
Il carcere della Dogaia di Prato

PRATO – Un detenuto si è ucciso nel carcere di Prato impiccandosi alle sbarre della sua cella. L’uomo, 45 anni, di origine campana, era in carcere per rapina e in attesa di giudizio: ha atteso che gli altri carcerati andassero all’ora d’aria e si è tolto la vita. A renderlo noto è il Sappe, il Sindacato autonomo di polizia penitenziaria.

«La notizia dell’ennesimo detenuto suicida è sempre una sconfitta per lo Stato. Dopo l’ennesimo tragico caso di morte in carcere -dice il segretario generale del Sappe Donato Capece- bisognerebbe darsi concretamente da fare per un ripensamento complessivo della funzione della pena e, al suo interno, del ruolo del carcere. Serve un carcere nuovo e diverso perche’ quello attuale è un fallimento».

carceri, detenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741