Rossi, gli aeroporti di Pisa e Firenze tornano in serie A

L'aeroporto Galilei di Pisa
L'aeroporto Galilei di Pisa
L’aeroporto Galilei di Pisa

FIRENZE – «Con l’approvazione della variante al Pit e con la decisione di costituire la holding, gli aeroporti di Pisa e di Firenze sono rientrati nella fascia A da cui prima erano state esclusi dal piano dell’ex ministro Passera». Lo ha annunciato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, dopo aver partecipato oggi a Roma, con  l’assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, alla presentazione del Piano nazionale aeroporti fatta dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi, che ha speso nei confronti della Regione Toscana parole di apprezzamento per il lavoro svolto

L'aeroporto Vespucci di Firenze
L’aeroporto Vespucci di Firenze

«Stare in questa fascia -prosegue Rossi- vuol dire essere con gli aeroporti nazionali strategici di Milano, Roma, Bari, Bologna. Sono aeroporti che per volumi e bacini, per livello di collegamenti internazionali, svolgono il ruolo di gate intercontinentale di ingresso al paese. Né Pisa né Firenze avrebbero potuto svolgere questo ruolo da soli. Questo risultato è il frutto diretto delle decisioni che hanno preso la giunta e il consiglio regionale. Adesso bisogna andare avanti senza indugi e continuare a lavorare perché la Toscana diventi una regione moderna e europea anche sotto il profilo delle infrastrutture. I campanilismi e i particolarismi non devono rappresentare un freno. Stiamo riuscendo a fare sistema e non solo sugli aeroporti. Anche per questo ho fiducia nel futuro» ha detto il Governatore.

aeroporto, enrico rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080