Mens Sana e Fiorentina: il basket europeo sbarca a Firenze

Daniel Hackett leader della Mens Sana
Daniel Hackett leader della Mens Sana
Daniel Hackett leader della Mens Sana

FIRENZE – Nella grande sala stampa allestita al Mandela forum per i mondiali di ciclismo, si è da poco conclusa la conferenza di presentazione del nuovo progetto di Mens Sana a Firenze. La società cestistica senese prende le misure con quello che sarà il suo palasport per le gare di Eurolega – la Champions league del basket – nella stagione che sta per iniziare.

Siena chiama e la Fiorentina risponde. La società viola, presente con il direttore operativo Gianluca Baiesi, annuncia la partnership con Siena e propone uno sconto del quindici per cento ai suoi abbonati o ai semplici possessori di un biglietto per l’ultima partita di campionato o Europa league che vorranno passare dall’Artemio Franchi al Mandela forum. Venti per cento di sconto, invece, al tifoso viola che si vorrà recare a Siena per assistere ad una partita di campionato.

«Special guest» della conferenza stampa odierna, per la Mens Sana, Daniel Hackett e, per la Fiorentina, Massimo Ambrosini. Due giocatori che fanno della leadership la loro dote migliore. Il primo, arrivato solo un anno fa in terra senese, ci mette poco a far breccia nel cuore dei tifosi, diventando uno dei protagonisti della cavalcata scudetto. Il secondo, in maglia viola da pochi mesi, si è già conquistato un ruolo di primo piano in squadra.

Il «trasloco» si rende necessario per le nuove regole europee, che rendono inadeguato il palazzetto senese ad ospitare le gare di Eurolega. Ecco spiegata la scelta del Mandela forum.

La Mens Sana arriva a Firenze in un momento critico della sua storia. I problemi del suo sponsor Monte dei Paschi si riflettono direttamente sulla squadra, che si è vista costretta a dire addio a campioni quali Bobby Brown o David Moss, per scommettere su nuovi giocatori. Resta Hackett, costretto da un infortunio a guardare in tv le imprese della sua nazionale, l’Italia, all’europeo attualmente in corso in Slovenia.

Eppure si deve ricordare che si parla della squadra capace di vincere otto scudetti dal 2003/2004 ad oggi. Che ha dato alla nazionale il suo attuale coach, Simone Pianigiani. E che ha festeggiato l’anno scorso lo scudetto forse più difficile, venuto dopo un ridimensionamento significativo.

Rimane da scoprire come i tifosi dell’una e dell’altra città accoglieranno la novità. La rivalità è storica, se è vero che i senesi rievocano la battaglia di Montaperti del 1260 – in cui Siena sconfisse Firenze – in ogni confronto sportivo con i fiorentini. Intanto Internet raccoglie gli umori degli appassionati e sembra che il gruppo organizzato dei tifosi senesi «Brigata biancoverde» non seguirà la squadra nelle partite «casalinghe» a Firenze, per protesta.

Sapranno i giganti in maglia biancoverde e la Fiorentina unire Siena e Firenze sotto la bandiera della Toscana?

[N.D.P.]

 

basket, Fiorentina, siena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080