Firenze, la centrale 4390 lancia «taxi amico»

Tassisti strapazzati da studi di settore che tassano oltre il 50%
Taxi amico a Firenze
Taxi amico a Firenze

FIRENZE – Una carta etica e un accordo con Adiconsum a tutela di chi viaggia in taxi per offrire un servizio ancor più di qualità alla clientela. Sono le iniziative adottate dai tassisti fiorentini del 4390 con il progetto «Taxi amico». Un apposito  adesivo sulle vetture identificherà chi aderisce all’iniziativa.

La carta etica, sottoscritta da tutti i tassisti di Firenze «sancisce attraverso 22 articoli i  doveri di chi conduce un taxi come quello di prestare la massima attenzione alla clientela, in particolare a disabili, anziani, donne sole o mamme con passeggino, di utilizzare dispositivi elettronici come radio e cellulari solo con l’accordo del cliente, oltre a dotarsi di vetture tecnologicamente avanzate e rispettose dell’ambiente» come quelle ibride o elettriche.

I tassisti del 4390 hanno voluto fare ancora di più: hanno implementato la carta etica con un ulteriore articolo che consente a chi abbia usufruito del servizio dei taxi del 4390 di rivolgersi all’associazione dei consumatori Adiconsum in caso di reclamo grazie al protocollo per la procedura conciliativa.

adiconsum, anziani, automobilisti, donne, taxi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080