Skip to main content
La Concordia sta naufragando davanti al Giglio

Concordia, stagista: «Sbagli del timoniere e Schettino non intervenne»

La Concordia sta naufragando davanti al Giglio
La Concordia sta naufragando davanti al Giglio

GROSSETO – Il timoniere indonesiano sbagliò due volte a comprendere i comandi di Schettino, e a ripeterli, ma il comandante non intervenne e non prese provvedimenti se non dicendo «otherwise we go on the rocks (altrimenti andiamo sulle rocce)». Lo ricorda al processo di Grosseto il teste Salvatore Ursino, ufficiale in addestramento presente nella plancia di comando della Costa Concordia durante il naufragio del 13 gennaio 2012, rispondendo a domande del pm Stefano Pizza. «Mi misi a fianco del timoniere perché talvolta c’era necessità di ripetergli gli ordini, che gli venivano dati in inglese. Lo feci di mia iniziativa». Ursino poi ricorda che il terzo ufficiale di coperta, Silvia Coronica, si avvicinò al timoniere ma anche Coronica lo fece di sua iniziativa muovendosi dalla sua postazione.

Grida di paura prima, e applausi liberatori dopo, quando la scialuppa prende la direzione del porto del Giglio: i drammatici momenti dell’evacuazione della Costa Concordia il 13 gennaio 2012 sono stati rivissuti in aula, al processo di Grosseto, con la proiezione di un video del fotografo di bordo in cui le immagini mostrano il difficile calo a mare delle scialuppe, complicato dall’inclinazione della nave. I passeggeri urlano e gridano mentre gli argani calano in mare i natanti di soccorso; appena l’operazione riesce, partono gli applausi.

Nel video si vede anche la caduta in acqua dell’ufficiale di bordo Andrea Bongiovanni, indagato per aver fatto rapporto alla capitaneria di porto di Livorno e poi condannato al pagamento di un’oblazione. Bongiovanni scivola in acqua durante la manovra: risalirà a bordo aiutato da altri membri dell’equipaggio.


Massimiliano Mantiloni

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741