Cerimonia nella Basilica di Santa Croce

Firenze, le Forze Armate ricordano i defunti

di Tommaso D'Errico - - Cronaca

La celebrazione in Santa Croce

La celebrazione in Santa Croce

FIRENZE – Nella giornata dedicate ai defunti le Forze Armate hanno ricordato stamani i loro Caduti. Una cerimonia sobria ma sentita che si è svolta all’interno della basilica di Santa Croce, nella cappella dove è accolto il monumento alla «Madre italiana» opera dello scultore toscano Libero Andreotti e realizzata nei primi anni ’20 in contemporanea con il monumento al Milite ignoto a Roma. Rappresenta una madre che tiene in braccio il figlio soldato morente. Non è un caso che sia collocata in Santa Croce, luogo «depositario dei valori della Patria» secondo un regio decreto ancora in vigore.

Alla funzione religiosa, celebrata dal cappellano militare capo per la Toscana don Michele Pes, erano presenti numerose autorità civili e militari: tra queste il presidente della Corte d’Appello Fabio Massimo Drago, il generale di divisione aerea Gian Franco Camperi, il questore Raffaele Micillo, il vice prefetto vicario Lucio Garufi. Numerose anche le rappresentanze delle Associazioni d’Arma presenti a Firenze.

Il Comune di Firenze, con il gonfalone decorato di medaglia d’oro al valor militare, era rappresentato dall’assessore all’educazione Cristina Giachi, che ha sottolineato la vicinanza tra le forze armate ed il mondo dei giovani in numerosi programmi didattici e di educazione alla legalità.

In precedenza una funzione religiosa si era svolta presso la Questura di Firenze in ricordo dei Caduti della Polizia di Stato. Presenti, con numerosi funzionari e operatori in servizio e a riposo, il questore Raffaele Micillo e il dirigente generale della Ps Sergio Tinti, presidente della sezione fiorentina dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato.

 

Tag:,

Tommaso D'Errico

Tommaso D'Errico

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: