Skip to main content
Picchetto della Scuola Militare Douhet

Giornata di scuola per il ministro Mauro alla Douhet di Firenze

[widgetkit id=39642]

FIRENZE – Giornata con gli allievi della Scuola militare aeronautica Douhet di Firenze quella di oggi per il ministro della Difesa Mario Mauro. L’occasione è stata l’intitolazione dell’aula storica dell’Istituto alla memoria del capitano pilota Claudio Bernardini, originario di San Leo in provincia di Arezzo. Un aviatore che, durante un incidente di volo il 2 giugno 1969 nel cielo di Rimini, non esitò a voler restare fino all’ultimo ai comandi del proprio caccia F104, pur di non farlo precipitare su edifici e zone abitate. Era presente la sorella dell’eroico pilota, Gabriella con i suoi familiari, tutti particolarmente commossi.

«L’intitolazione di questa aula – ha affermato Mauro nel suo intervento – è un nuovo inizio per una stagione delle istituzioni in cui le istituzioni non sono più preoccupate di difendere se stesse, ma capiscono che esprimono il senso del proprio essere attraverso ciò che gli uomini fanno per loro».

«Un’iniziativa venuta fuori dal cuore di tutti noi – ha detto il capo di stato maggiore dell’Arma azzurra generale Pasquale Preziosa – per ricordare un pilota che ha perso la vita proprio nel giorno della festa della Repubblica, rientrando alla base dopo la parata su Roma. Un esempio di cittadino che abbiamo voluto coniugare con questo ambiente di formazione come la Scuola Douhet».

Nel corso della sua visita, iniziata fino da ieri sera in forma privata, il ministro ha voluto conoscere i dettagli dell’attività didattica dell’istituto di formazione, cui attualmente sono iscritti 119 allievi (di cui 29 ragazze) delle ultime tre classi di Liceo Scientifico e del Liceo Classico. Un istituto di istruzione secondaria con un’offerta formativa in linea con i programmi ministeriali ma con un passo in più, grazie alle molteplici attività culturali e sportive che si affiancano ai normali piani di studio.  E le domande di iscrizione sono in continuo aumento: nell’ultimo anno sono state circa un migliaio. La «location» della Douhet, ospitata all’interno dell’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche delle Cascine a Firenze (la vecchia e notissima Scuola di Guerra Aerea), completa meritoriamente il quadro di un centro di eccellenza, cui puntano fasce sempre più ampie di giovani studenti.

Il ministro Mauro ha anche voluto premiare gli allievi che hanno partecipato al programma «Giovani Aquile», un corso di volo da diporto sportivo cui hanno partecipato nei mesi passati presso tre aeroclub italiani. Per molti di loro non è si è trattato solo di un battesimo del volo ma della prima sfida della loro vita ai comandi di un velivolo.  Ecco i nomi degli allievi partecipanti:

  • Albertin Daniela
  • Barra  Michele
  • Borello Francesco Antonio
  • Bruno Edoardo
  • Campidelli Marco
  • Chierichetti Filippo
  • Ciolini Michelangelo
  • Cosmani Francesco
  • De Simone Salvatore
  • Dell’Edera Oronzo
  • Deprati Federico
  • Donà Giacomo
  • Firmani  Francesco
  • Ingrosso Matteo
  • Iucci    Alessandro
  • Mazza Tiziano Maria
  • Morbis Giorgio
  • Nappo Gianluca
  • Nardi  Lorenzo
  • Panzironi Davide
  • Perrotta Ivan Salvatore
  • Pietropaolo Raimondo
  • Pitoni  Lucrezia
  • Pruneri Davide
  • Sontino Giusy
  • Stranieri Andrea
  • Tarascio Gabriele
  • Tota Domenico

 

Aeronautica, scuola militare


Sandro Addario

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741