Le Srl da un euro sono 17mila, ma una su due è inattiva

Tante aziende aperte da giovani in Toscana in modo semplificato, ma la metà sono inattive
Tante aziende aperte da giovani in Toscana in modo semplificato, ma la metà sono inattive
Tante aziende aperte da giovani in Toscana in modo semplificato, ma la metà sono inattive

FIRENZE – Sono 17.200 le Srl a un euro nate in tutta Italia e piacciono ai giovani. Lo rivela uno studio di Unioncamere Toscana, secondo il quale le norme di semplificazione per lo start-up imprenditoriale rappresentano un’opportunità che coinvolge 47 neo-imprenditori ogni giorno: 33 giovani e 14 over 35.

Le Srl semplificate aperte dagli under 35 sono state 12.100 contro le 5.000 varate dagli over 35. Si tratta delle società semplificate introdotte nell’agosto 2012: per avviarle basta un capitale ridotto, da uno a 10mila euro. La voglia o il coraggio di imprenditorialità riguarda soprattutto il Mezzogiorno dove è nato il 43% di società semplificate, al Centro il 27%, meno diffuse invece nell’Italia settentrionale.

In Toscana, al pari di Emilia e Veneto, sono nate 1.000 aziende con formula semplificata, di cui 680 avviate da giovani. Il rovescio della medaglia è che una buona fetta delle aziende aperte non risulta ancora attiva, esistono solo sulla carta e nell’intenzione: in media solo il 45% delle srl semplificate giovanili e il 57% delle over 35 hanno dichiarato l’inizio dell’attività. Dopo il primo passo gli intralci burocratici e i costi di gestione rappresentano ancora un ostacolo.

crisi, giovani, imprenditori, imprese, Lavoro, società, srl, unioncamere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080