Arrestati quattro filippini che producevano e vendevano shaboo

Blitz dei carabinieri a Livorno, scoperta raffineria di metanfetamine

di Redazione - - Cronaca

Arrestati quattro operai filippini

Arrestati quattro operai filippini

LIVORNO – I carabinieri di Pisa, insieme ai colleghi livornesi, hanno fatto irruzione in un appartamento del centro di Livorno e hanno scoperto una raffineria di metanfetamine, lo shaboo, una droga sintetica molto diffusa nel sud est asiatico e in Usa ma ancora poco presente in Europa e in Italia. Arrestati i quattro operai filippini che vivevano nell’abitazione.

I militari hanno individuato la casa seguendo le tracce di un tossicodipendente filippino che da Pisa si spostava fino a Livorno per acquistare la droga. In manette sono finiti due uomini e due donne che avevano nascosto nelle loro camere varie confezioni di shaboo per un peso complessivo di 75 grammi, nonché numerose bilancine di precisione, materiale per il confezionamento e svariati cellulari utilizzati per contattare gli acquirenti.

Lo shaboo, ice, shabu, o crystal meth, a seconda delle varie latitudini del globo, è la forma più pura della metanfetamina, ovvero cristalli solitamente limpidi di d-metanfetamina cloridrato. Una droga sintetica ottenuta per riduzione dell’efedrina con iodio e ipofosifito, della quale se ne possono fare vari usi. Spesso viene fumata o iniettata con effetti di gran lunga superiori alle altre vie di assunzioni (dieci volte più potente della cocaina). L’effetto molto lungo (6-12 ore) è una delle caratteristiche principali di questo tipo di sostanze e l’abuso determina comportamenti violenti, ansia, confusione, insonnia, paranoia e disturbi della personalità.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.