Il termine era fissato per il 24 gennaio, ma i distratti possono rimediare

Mini Imu scaduta, ecco come pagare in ritardo

Dal 18 giugno parte la riforma del condominio

Il 24 gennaio 2014 è scaduto il termine per pagare la «mini Imu» per l’abitazione principale nei comuni in cui era stata deliberata un’aliquota maggiore di quella prevista dalla norma.

Chi lo ha dimenticato può sempre provvedere al pagamento omesso o carente, grazie al  cosiddetto ravvedimento operoso, che include importo originario dovuto, sanzioni e interessi.

La sanzione varia secondo tre differenti aliquote: 

Per un ritardo fino a 15 giorni, si applicherà una sanzione pari allo 0,2% al giorno

Dal 16° e fino a 30 giorni di ritardo la sanzione da applicare sarà pari al 3%

Oltre i 30 giorni ed entro un anno la sanzione sarà calcolata al 3,75%

Dovranno poi essere calcolati anche gli interessi, che si matureranno dal giorno della scadenza al giorno dell’effettivo pagamento con un’aliquota pari all’ 1% annuo (tasso legale in vigore dal 1° gennaio 2014). Il conteggio va effettuato calcolando il numero dei giorni di ritardo e applicando la seguente formula:

cifra da pagare x numero di giorni di ritardo x 1 : 36500.

Come si paga : in banca o alla posta con il modello F24.  L’importo complessivo (tributo+sanzione+interessi) va indicato con codice tributo 3912. Nello stesso modello F24 occorrerà barrare la casella Ravv (ravvedimento).

 

Imu F24 

LEGGI ANCHE 

04 gen 2014 – Mini Imu sulla prima casa, occhio alla scadenza

Elenco dei Comuni della Toscana dove si paga la Mini Imu 2013

 

 

Fisco, Imu, mini imu


Piero Corradini


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080