Skip to main content
Mario Gomez lavora sodo a Moena

Fiorentina, Gomez torna e segna in rovesciata

 

Montella consegna la pettorina a Mario Gomez
Montella consegna la pettorina a Mario Gomez

FIRENZE – «Buongiorno, sono Mario e faccio l’attaccante!». Con queste parole, tese a sdrammatizzare un ambiente di musi lunghi dopo la sconfitta nella semifinale di Coppa Italia a Udine, Mario Gomez si è presentato a Vincenzo Montella per ritirare la pettorina d’allenamento. Momento clou: il ritorno in gruppo e addirittura in campo per la partita d’allenamento. Dove ha segnato subito con una splendida rovesciata. Ottimo segno. Non solo per il gesto atletico in se, abbastanza naturale per un giocatore delle sue possibilità, ma soprattutto perché è il segnale che … Mario c’è. Nel senso che non ha paura, che si muove con disinvoltura, facendo presagire un recupero rapido in vista di un ritorno nelle partite vere. Il sogno? Rivederlo già sabato, in campionato, contro l’Atalanta. Praticamente è stato fermo per un intero girone: s’infortunò con il Cagliari, a Firenze, in settembre. Mancò dalla partita successiva, a Bergamo contro l’Atalanta. E proprio contro i nerazzurri di Colantuono potrebbe ripresentarsi.  L’assenza è stata lunga e dolorosa. Non solo per il centravanti.  Firenze l’ha vissuta con rassegnazione, senza riuscire a sapere quando sarebbe finita. Ecco perché quella frase (“Buongiorno, sono Mario…”) è stata accolta come una liberazione da Montella, dai compagni di squadra, ma anche dalla città intera.

Gomez che ritorna in campo, e segna in fovesciata, nel momento in cui la Fiorentina è impegnata duramente su tre fronti (inseguimento del Napoli in campionato, ritorno di Coppa Italia con l’Udinese e doppio confronto in Europa League) significa speranza e voglia di lottare. Matri? Nessun problema. Già durante la presntazione, appena arrivato a Firenze dal Milan, il centravanti disse che non avrebbe avuto difficoltà a giocare in tandem con Gomez: “Posso fare la seconda punta, sono abituato a giocare con i campioni…”.

Basterà il ritorno di Mario a infondere nuova spinta alla Fiorentina? Intanto i musi lunghi nello spogliatoio si sono rasserenati alla battuta. E Firenze ha cominciato a digerire meglio la sconfitta di Udine, la seconda consecutiva dopo il brutto sabato di Cagliari. Che stia tornando il sereno dopo tanto cielo grigio?

Vedi  qui il VIDEO di Viola Channel

 

Fiorentina, mario gomez


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741